Pane/ video ricetta

Pane girasole senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Pane girasole con video ricetta

Pane girasole senza glutine - La Cassata Celiaca

Pane girasole senza glutine – La Cassata Celiaca

Il pane girasole è un bellissimo pane scenografico da mettere in tavola nei giorni di festa.

Ho visto questa forma di pane assai accattivante sul web e mi sono messa all’opera per rifarlo senza glutine.

Anche se ci sono più passaggi da seguire, in realtà la formatura è molto semplice.

Pane girasole senza glutine - La Cassata Celiaca

Pane girasole senza glutine – La Cassata Celiaca

Pesare i vari bocconcini di impasto serve ad ottenere una forma regolare ma non preoccupatevi, anche se fate ad occhio verrà bello ugualmente.

Ho usato un solo mix per pane e il lievito di birra che, per questo pane con un bel po’ di olio nell’impasto, è più di quanto io ne usi di solito, ma è necessario affinché si sviluppi bene.

Ho aumentato le dosi di acqua e non ho avuto alcun problema nel maneggiare l’impasto che, dopo la lievitazione, non è appiccicoso.

Pane girasole senza glutine - La Cassata Celiaca

Pane girasole senza glutine – La Cassata Celiaca

Ho anche girato il video di tutta la preparazione: se siete come me, capirete di più guardando che leggendo.

Il pane è molto soffice e ha un buon sapore.

Si accompagna benissimo con i salumi, i formaggi ed è perfetto anche per essere tagliato a pezzi e imbottito.

Se siete fan dei video come lo sono io, potete trovare tutti i miei video sul mio canale YouTube: iscriversi non ha nessun costo e potete supportarmi con i vostri like e commenti.

Buon fine settimana, enjoy!


Pane girasole senza glutine - La Cassata CeliacaIngredienti

700 g mix per pane senza glutine Nutrifree

250 g latte tiepido

250 g acqua

20 g lievito di birra fresco (oppure 10 g lievito secco)

100 ml olio di semi

10 g sale

per la finitura:

1 tuorlo

1 cucchiaio di latte

semi di papavero e girasole

 

Procedimento

Fai sciogliere il lievito nel latte tiepido.

Versa il mix nella ciotola dell’impastatrice ed unisci il latte con il lievito e l’acqua.

Inizia ad impastare e dopo qualche minuto unisci l’olio.

All’inizio l’impasto risulterà troppo sodo, difficile da impastare, ma dopo qualche minuto vedrai che sarà più meneggevole.

Unisci il sale ed impasta ancora per qualche minuto.

Quando otterrai una pasta molto appiccicosa ma liscia, lavorala con la spatola unta e ungi anche un poco la ciotola e dalle una forma sferica regolare.

Copri la ciotola con pellicola e metti l’impasto a lievitare in un luogo tiepido fino al raddoppio.

Io ho appena appena scaldato il forno, l’ho lasciato lievitare lì e dopo un’ora la pasta aveva raddoppiato il suo volume.

Spolvera la spianatoia con farina di riso finissima e dividi la pasta in due parti di pari peso.

Lavora in forma sferica ognuna delle due parti, infarinando un poco quando vedi che la pasta tende ad attaccare sulla spianatoia.

Dividi una prima parte in 5 bocconcini di circa 110 g l’uno.

Lavora ogni bocconcino in modo da ottenere delle palline regolari.

Dividi la seconda parte di impasto in 5 bocconini di circa 80 grammi e forma anche in questo caso delle palline (tienile separate dalle altre più grandi per non confonderle).

Stendi 4 palline da 110 g in dischi da 20 cm e stendi il 5° bocconcino in un disco leggermente più ampio.

Sovrapponi i dischi imburrando ogni strato e poi sovrapponi il quinto disco in modo da avvolgere gli altri 4.

Non imburrare questo ultimo strato e sistema il tutto su una placca da forno coperta da carta da forno.

Con un tarocco, incidi il blocco di  5 dischi in modo da ottenere 8 spicchi di impasto.

Devi incidere partendo dal centro ma senza arrivare al bordo esterno.

Stacca con delicatezza i vari spicchi e ribaltali all’indietro sul bordo di pasta.

Adesso stendi i panetti da 80 grammi in dischi da 15 cm, avendo cura di stendere il quinto disco leggermente più largo.

Sovrapponi anche questi, imburrando ad ogni strato e infine copri il tutto con il quinto disco.

Prendi questo blocco di 5 dischi da 15 cm e sistemalo al centro di quello da 20 cm.

Se noti che fa fatica ad entrare nel centro, allarga un poco il foro con delicatezza.

Incidi 8 spicchi anche in questo secondo blocco di 5 dischi, ribaltandoli verso l’esterno.

Stavolta però gli spicchi dovranno essere sfalsati rispetto ai primi, quindi l’incisione dovrà corrispondere al centro degli spicchi più grandi (più facile da vedere che da spiegare).

A questo punto lavora l’impasto rimasto e forma una palla che sistemerai al centro del pane.

Copri il pane e lascialo lievitare per un’ora in un luogo tiepido.

Scalda il forno a 200°.

Quando il forno sarà caldo e sarà trascorsa un’ora di lievitazione, pennella il pane con il tuorlo sbattuto con il latte.

Termina la decorazione con i semi di papavero e di girasole.

Cuoci il pane per 10 minuti a 200° e poi per circa 20 minuti a 180° o fino a coloritura.

Consigli

Se cambi marca di mix per pane dovrai fare attenzione alla quantità di acqua da versare, versala piano piano e valuta la consistenza della pasta che non deve essere troppo molle.

Il pane alla fine pesa circa 1,2 Kg, se non resci a smaltirlo tutto, puoi tagliaro a spicchi e congelarlo.

Se ti piacciono i pani così scenografici, eccone altri qui, qui e qui.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.