Dolci/ video ricetta

Fluffy Japanese Cheesecake senza glutine, la video ricetta

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Fluffy Japanese Cheesecake con caramello al cioccolato

Fluffy Japanese Cheesecake senza glutine, la video ricetta - La Cassata Celiaca

Fluffy Japanese Cheesecake senza glutine, la video ricetta – La Cassata Celiaca

Buon dolce lunedì!

La settimana scorsa vi parlavo di un flop e di come un dolce non sia venuto bene.

Io sono testarda e finché non riesco non mollo; ho rifatto il dolce cercando in rete altre ricette e ne ho trovata una che mi confiferava assai.

Quindi ho rifatto la Fluffy Japanese Cheesecake ma senza glutine e con un magnifico caramello al cioccolato trovato qui e che ho modificato, usando il Dolcedì di Rigoni di Asiago.

Proveniente da sole mele biologiche, è un dolcificante naturale quindi non origine sintetica.

È molto buono, fluido e si presta benissimo anche per fare il caramello.

Stavolta per il dolce non ho avuto difficoltà, tranne che a me la cupoletta bella gonfia non viene… non è che si afflosci, è che proprio non gonfia. Inoltre non è “jiggly” come da ricetta originale, per cui è così famoso.

Il primo lo era ma era semi crudo all’interno, questo forse ha cotto troppo e l’effetto tremarella lo ha perso, ma siccome è molto buono va bene lo stesso.

Fluffy Japanese Cheesecake senza glutine, la video ricetta - La Cassata Celiaca

Fluffy Japanese Cheesecake senza glutine, la video ricetta – La Cassata Celiaca

Sapore davvero ottimo, umido al punto giusto, non è stucchevole ed è delizioso.

Il caramello tende a indurire raffreddando, come se fosse una caramella mou.

Se invece lo volete fluido, lo scaldate appena pochissimi secondi  in microonde e lo versate sulla fetta di dolce.

Ma ho girato il video della ricetta, spero che sia chiaro e utile a qualcuno.

Felice settimana, enjoy!


Fluffy Japanese Cheesecake senza glutine, la video ricetta - La Cassata CeliacaIngredienti per uno stampo da 18 cm

50 g burro

120 g formaggio spalmabile senza glutine

60 g latte

4 tuorli

25 g zucchero a velo senza glutine

30 g farina di riso finissima senza glutine

30 g maizena senza glutine

4 g lievito per dolci senza glutine (la ricetta prevede 1/4 di cucchiaio di cremor tartaro che non avevo)

227 g albumi

105 g zucchero a velo senza glutine

per il caramello:

120 g Dolcedì Rigoni di Asiago

30 g burro

30 g cioccolato fondente senza glutine

 

Procedimento:

 

Versa il formaggio, il burro e il latte in una ciotola e fai fondere a bagnomaria.

Mescola i tuorli con 25 g di zucchero a velo.

Incorpora  le polveri.

A questo composto unisci il composto con il formaggio.

Fai una meringa con gli albumi e 105 g di zucchero a velo, incorporandoli in due fasi dopo che gli albumi hanno iniziato a schiumare.

Fodera uno stampo apribile da 18 cm (il mio è di Guardini) con carta da forno, avendo cura di fare dei bordi più alti rispetto allo stampo.

Nel frattempo riempi una teglia con due dita d’acqua, mettila nel forno e accendi il forno a 150°.

Incorpora delicatamente in più riprese la meringa al composto di tuorli.

Sistema dei chicchi di uva passa sul fondo dello stampo (non chiedermi perché, non lo so! Forse per un ulteriore sistema di antiaderenza?) e riempi lo stampo con il composto.

Metti lo stampo dentro la teglia con l’acqua per una cottura a bagnomaria e cuoci per circa 75′.

Fai raffreddare e togli il dolce dallo stampo, rimuovendo anche la carta da forno.

Prepara il caramello.

Versa il succo concentrato di mela in una casseruola e cuocilo finché non diventa di un bel colore ambrato.
spegni la fiamma e incorpora prima il burro, facendolo fondere e poi il cioccolato fuso.

Mescola e decora il dolce.

Note:

Se non trovi Dolcedì puoi usare lo zucchero semolato.

Se non vuoi fare il caramello, puoi decorare il dolce freddo con zucchero a velo.

Il dolce non va in frigo.

Come dicevo più su, la ricetta prevede il cremo tartaro da inserire nella meringa quando monta, ma non ne avevo e ho usato del lievito. Di solito si usa per stabilizzare gli albumi montati, specie nelle angel cake… forse per questo non ho ottenuto la cupoletta.

 

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    natalia
    27 novembre 2017 at 13:17

    Ho letto anche io qualcosa in rete di questo dolce, ma ancora non l’ho fatto.
    Deve essere buono.,

    • Reply
      lacassataceliaca
      27 novembre 2017 at 19:56

      si anche io mi sono lasciata tentare da video che ho visto in rete. Ci ho provato una prima volta e nulla… flop! la seconda è andata bene. a me piace molto,. baci cara Naty!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.