Non categorizzato

Zuppa di lenticchie con maltagliati

 
Ingredienti per 4 persone:
300 g. lenticchie
2 cucchiai di Orto in busta Ariosto
olio d’oliva
sale
per la pasta:
90 g. farina (per me miscela per pasta senza glutine Senzaltro)
60 g. farina di grano saraceno bianca  (per me senza glutine)
80 g. circa di acqua
http://lacassata.blogspot.com/2013/12/soupe-de-lentilles-et-pates.html

Tempo di preparazione: 30 min.
Buon mercoledì.
Anche oggi vi offro un piatto proveniente da La Cucina Italiana pagina 81.
L’ho modificata perchè ho usato ciò che avevo in casa e il petto d’anatra previsto nella ricetta originale non lo avevo.
Benchè rivisitata la zuppa è venuta buonissima, la consiglio per le vostre libagioni della vigilia o, visto che porta bene mangiare lenticchie, per il cenone di Capodanno.
I maltagliati si fanno in un attimo, non serve nemmeno usare la macchinetta per la pasta perchè è ben lavorabile e non si spezza.
Approfitto di questo post per parlarvi anche del libro Deliziose intolleranze, Ricette senza glutine, lieviti, lattosio e proteine del latte.
Il titolo è già di suo un manifesto di come le intolleranze alimentari andrebbero affrontate nella vita di tutti i giorni, cioè con accettazione e serenità, ma la nostra Simona del blog Amici allergici lo sapevate che… lo propone anche in una deliziosa veste ironica, aspetto che mi ha sempre attratto nella sua personalità. 
Blogger ironica, capace e versatile che si è messa in gioco con una pubblicazione di cui vi riporto testualmente la descrizione così come la si trova qui e qui (dove è anche possibile acquistarlo):

Intolleranze e allergie alimentari, un
universo aspro e doloroso, fatto di disagi, inconvenienti e rinunce
inevitabili. Un titolo ironico e una grafica dall’impatto visivo
accattivante introducono il lettore in un volume che riunisce quasi
ottanta ricette tradizionali per chi soffre di allergia/intolleranza al
glutine, ai lieviti, al lattosio e alle proteine del latte. Un libro
accompagnato da molte foto a colori e diviso in portate: antipasti,
primi piatti, secondi di carne, di pesce e di verdure, torte salate,
dolci e dessert. Ricette equilibrate, preparazioni e tecniche,
suggerimenti dietetici pensati per coniugare il gusto e la fantasia agli
ingredienti alternativi per allergici e intolleranti. Il volume
contiene anche una prefazione curata dalla pediatra Vittoria Paletta
.”
I successi dei nostri amici, co-blogger celiaci o affetti da altre intolleranze sono i nostri successi.
Grazie a tutti coloro che osano mettersi in gioco con pubblicazioni cartacee o on-line, con corsi di cucina, con riviste o altro, l’argomento diventa di dominio pubblico e si impara ad affrontarlo, gestirlo e accettarlo.
Grazie per essere stati qui e a presto.

Con questa ricetta partecipo al contest di Ariosto

Preparazione:
– La sera prima mettere a bagno in acqua fredda le lenticchie.
– L’indomani, scolarle e sciacquarle.
– Mettere a bagno in acqua tipieda o vino bianco le verdure disidratate.
– Scaldare un filo d’olio in una casseruola e soffriggere le verdurine scolate dall’acqua/vino.
– Aggiungere le lenticchie, la passata di pomodoro con verdurine, coprire con acqua e lasciare cuocere a fiamma dolce per circa 45 minuti.
– Preparare la pasta lavorando le farine e inserendo l’acqua poco per volta (valutare se è il caso di aggiungerla tutta o meno, a seconda delle farine che vengono usate).
– Ottenuto un panetto liscio, omogeneo e non troppo duro, coprire e lasciare riposare 15′.
– Stendere la pasta su un piano infarinato con un mattarello in una sfoglia sottile.
– Tagliare dei pezzetti di pasta di forma irregolare ma di dimensioni simili.
– Versare la pasta nelle lenticchie ormai cotte e lasciare cuocere per pochi minuti (3′-4′).
– Servire ben calda.

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    Memole
    18 Dicembre 2013 at 8:31

    Squisita!!!

  • Reply
    Stefania
    18 Dicembre 2013 at 8:47

    Ma quanto sono buone le lenticchie?! Anche nude e crude con una generosa spolverata di peperoncino.
    Se poi a questo si aggiunge la chicca della pasta fresca fatta in casa…
    Brava sì!
    Baci

  • Reply
    Valentina - La Pozione Segreta
    18 Dicembre 2013 at 11:57

    Questa zuppa ha un aspetto troppo invitante!

  • Reply
    Sonia
    18 Dicembre 2013 at 17:03

    Memole, grazie!!

    Stefania, in effetti il peperoncino ci doveva essere ma l'ho dimenticato! è una zuppa buonissima, grazie mille e bascetti!!

    Valentina, grazie mille carissima!!

  • Reply
    Mirtilla
    18 Dicembre 2013 at 19:21

    una vera delizia, ed hai fatto tutto tu,dall'inizio alla fine!! 🙂

  • Reply
    paneamoreceliachia
    19 Dicembre 2013 at 9:30

    Anche noi siamo fan delle lenticchie! e questa pasta fresca? ne vogliamo parlare? Delizia…
    Molto interessante il libro di Simona! Grazie di avercelo segnalato.
    Un abbraccio, Ellen

  • Reply
    Mariabianca
    19 Dicembre 2013 at 18:19

    Una zuppa calda e saporita,cosa c'è di meglio?
    Soprattutto se mangiata con una buona pasta fresca.
    Un abbraccio e tanti,tanti auguri di un sereno Natale.

  • Reply
    Viviana Aiello
    19 Dicembre 2013 at 23:30

    i tuoi maltagliati sono stupendi!
    Spero di afre un giretto sul blog di Simona 😀
    Un bacio grande

  • Reply
    Anna Lisa
    20 Dicembre 2013 at 10:57

    Mi ci tufferei in quella cocotte!!!
    Un bacione carissima 🙂

  • Reply
    Nonna Papera
    22 Dicembre 2013 at 22:28

    buonaaa….grazie per gli auguri, ricambio con tanto affetto…buone feste

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.