Non categorizzato

Pain fendu (senza glutine)

Ingredienti:
150 g. lievito madre senza glutine
200 g. farina senza glutine Mix B Schaer
120 g. farina senza glutine Aglutèn miscela pane e pizza
40 g. farina senza glutine Pandea (vecchia confezione) 
40 g. farina senza glutine Glutafin Select
300 g. acqua
15 g. miele di tiglio Rigoni di Asiago
1 cucchaino sale
2 cucchiai olio d’oliva
farina di grano saraceno bianca senza glutine per infarinare.
http://lacassata.blogspot.com/2013/11/pain-fendu-sans-gluten.html
Tempo di preparazione: 15 min.
Tempo di lievitazione: 9 h
Bungiorno,
oggi il post verte più sulla forma del pane che sull’impasto in sé.
Dopo avere visto i meravigliosi “façonnages” dell’école di boulangérie che trovo nel gruppo FB “Panissimo“, mi si è aperto un mondo. Grazie ragazzi!
Io ho preso le farine aperte che avevo e le ho miscelate.
Ho usato il lievito madre, ho impastato la sera e lasciato lievitare tutta la notte.
Con il lievito di birra i tempi si riducono notevolmente.
La lunga lievitazione ha permesso lo sviluppo di un aroma molto intenso del miele, specie quando il pane era caldo. La crosta è croccantissima, il sapore ottimo e tutto sommato penso di avere ottenuto un pain fendu degno di questo nome.
Da noi qui si chiama Francesino e sviluppa più in altezza, mentre il mio si è leggermente allargato, ma va bene così.
Pane fantastico con tutti i tipi di formaggi e con i salumi, ma anche con del miele a merenda.
A presto e grazie per essere passati.

Questo pane partecipa a Panissimo, evento creato da Barbara (www.myitaliansmorgasbord.com)  e Sandra  (www.sonoiosandra.blogspot.com)  e
ospitato questo mese da Michela del blog “Menta e rosmarino


Preparazione:
– Versare nella ciotola dell’impastatrice il lievito madre rinfrescato da pochissimo.
– Diluire con l’acqua e versare il miele e le farine.
– Lasciare impastare per qualche minuto  e poi versare l’olio e il sale.
– Dopo circa 15′ bloccare l’impastatrice, coprire con pellicola la ciotola e  lasciare lievitare tutta la notte o fino a che l’impasto non è più che raddoppiato di volume.
– Appoggiare l’impasto su un piano generosamente spolverizzato di farina di grano saraceno e dividerlo in due parti di pari peso.
– Dare ad ogni pezzo una forma sferica, spolverizzare con molto farina e con un mattarello imprimere una spaccatura al centro, allargandola leggermente e infarinandola.
– Lasciare lievitare ancora e cuocere a 200° per 25′ e a 250° per 10’/15′.

You Might Also Like

16 Comments

  • Reply
    Stefania
    13 Novembre 2013 at 9:45

    È il pane dei miei sogni: mollica morbida e crosta scura e croccante!
    Continuo a sognarlo imbottito di salame…
    Brava la panettiera!
    Baci

  • Reply
    Federica Simoni
    13 Novembre 2013 at 16:31

    beh ma è eccezionale questo pane, complimenti!!!!!!!!!!

  • Reply
    Sonia
    13 Novembre 2013 at 18:44

    Stefania, questo pane ti piacerebbe, ci vogliono pochissimi minuti per dargli la forma e puoi usare pochissimo lievito di birra e farlo lievitare a lungo….e poi…pane e salame! grazie mille, baciiiiii

    Fede, grazie mille! non so sei in questo gruppo ma se non ci sei ti piacerebbe, baciii

  • Reply
    Mary Di Gioia
    13 Novembre 2013 at 19:12

    Bravissimaaaaa come sempre

  • Reply
    sississima
    13 Novembre 2013 at 19:34

    accipicchia è fa-vo-lo-so!! Un abbraccio SILVIA

  • Reply
    Sonia
    13 Novembre 2013 at 19:44

    Mary, grazie mille!!

    Silvia, grazie tantissimo!! un abbraccio a te

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    14 Novembre 2013 at 2:02

    e questo mica me lo posso lasciar sfuggire, sonia!
    bellissimo e perfetto, sei la solita maestra!

  • Reply
    Forno Star
    14 Novembre 2013 at 7:04

    Urca!!!

  • Reply
    Franci
    14 Novembre 2013 at 9:55

    Già ne sento la fragranza, buono il pane dentro in pancia! e poi….ci metto pure il salame anch'io 🙂

  • Reply
    Sonia
    14 Novembre 2013 at 15:43

    Gaia, grazie mille! sei sempre un tesoro tu!

    Stefania , ha ha ha!!

    Franci, buongustaia! grasssiiiiieeee

  • Reply
    Alessandra Rabito
    15 Novembre 2013 at 11:03

    E' assolutamente fantastico si mangia già con gli occhi!!!! Per chi non ha il lievito madre quanto lievito aggingere????
    Bravissima come sempre
    Ciao Ale

    • Reply
      Sonia
      15 Novembre 2013 at 12:27

      ciao Ale, grazie mille! puoi usare anche 10 g. di birra o anche meno se hai tempo per farlo lievitare, usandone anche 5 g.
      Un abbraccio

  • Reply
    Michela
    15 Novembre 2013 at 12:59

    Ciao Sonia!! Sono passata a vedere il tuo fendu 🙂 io provo domani, per la boulangerie di Panissimo 😀
    Sono contentissima che il gruppo ti sia di spunto 🙂

    Se ti fa piacere (e solo se ti fa piacere), ci piacerebbe se tu volessi partecipare alla raccolta di Panissimo di questo mese, che trovi qui, ospite nel mio blog 🙂

    Ciao Sonia, a presto!

    • Reply
      Sonia
      15 Novembre 2013 at 16:45

      mi ha fatto molto piacere saperlo! grazie mille per avermi invitata, ho già provveduto, un saluto carissimo!

  • Reply
    sandra liccioli
    25 Novembre 2013 at 11:49

    Buongiorno e…. ammazzachebello!
    una lievitazione perfetta senza glutine!
    un mito, un mostro, una mestra!
    grazie!!!
    baci
    Sandra

    • Reply
      Sonia
      25 Novembre 2013 at 12:30

      magari! mi cimento e amo le sfide! ma grazie di cuore, il tuo incoraggiamento e quello delle altre ragazze significa tanto per me, un bacione

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.