crostate/ Dolci/ Pasqua/ video ricetta

Casatella terracinese senza glutine

Questo articolo è disponibile anche in: Français (Francese)

Casatella terracinese, crostata con ricotta, caffè e rum: la video ricetta

Casatella terracinese senza glutine - La Cassata Celiaca

Casatella terracinese senza glutine – La Cassata Celiaca

La Casatella terracinese è una crostata a base di ricotta, caffè e sambuca tipica del periodo pasquale.

Si tratta di una crostata alta e riccamente farcita che trova i natali appunto a Terracina, nel Lazio, e che, nel corso degli anni, ha visto nascere e diffondersi tante varianti.

Mi sono imbattuta in questa ricetta per caso e ho deciso all’istante di prepararla perché prometteva bene e poi è tipica di Pasqua.

Casatella terracinese senza glutine - La Cassata Celiaca

Casatella terracinese senza glutine – La Cassata Celiaca 

In realtà l’ho preparata due volte in 8 giorni perché la prima volta ho seguito le indicazioni di una ricetta sbagliata, con tempi di cottura e ingredienti per la farcia sbagliati.

Era buona ma la frolla era durissima e poco gradevole.

Ho cambiato ricetta e questa volta il risultato è buonissimo.

Casatella terracinese senza glutine - La Cassata Celiaca

Casatella terracinese senza glutine – La Cassata Celiaca

La ricetta è facile e anche molto veloce.

Potete prepararla anche un paio di giorni prima di Pasqua, più riposa e più buona è.

Io ho usato un mix commerciale, ma usate pure il mix per frolla che più preferite.

Felice settimana, enjoy!


Casatella terracinese senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti per uno stampo da 20 cm

per la pasta frolla:

200 g mix per dolci senza glutine ( per me Molino Spadoni)

100 g burro

80/100 g  zucchero

1 uovo medio (50 g circa)

1 pizzico di sale

per la crema di ricotta:

300 g ricotta fresca (sgocciolata)

80 g zucchero

1 uovo medio (50 g circa)

2 cucchiai di caffè espresso

2 cucchiai di rum (o sambuca, anice)

1 cucchiaio di cacao amaro (certificato gluten free)

1 pizzico di caffè in polvere

cannella

 

Procedimento

Prepara la pasta frolla.

Versa in ciotola il mix, lo zucchero, il pizzico di sale e il burro freddo a cubetti e miscela, sfregando tra i palmi delle mani, fino a che non otterrai una consistenza simile alla sabbia bagnata.

Aggiungi l’uovo e impasta fino a che non otterrai una pasta compatta e abbastanza morbida.

Avvolgila in pellicola, appiattiscila (ti aiuterà a farla raffreddare prima) e mettila in frigo per un’ora.

Nel frattempo prepara la crema.

Versa l’uovo e lo zucchero in ciotola e miscela con la frusta.

Aggiungi man mano la ricotta, poi il rum, il pizzico di cannella, il caffè in polvere e il caffè espresso.

Mescola con la frusta fino a che non ottieni una crema liscia.

Copri con pellicola e sistemala in frigo nell’attesa.

Quando la frolla si sarà raffreddata, stendila su carta da forno (infarinando con farina di riso finissima al bisogno) e poi trasferisci la frolla nello stampo.

Io ho usato un cerchio da pasticceria da 20 cm, ma usa pure uno stampo per crostata da 20 cm con fondo removibile.

Non preoccuparti se la frolla si rompe, è molto fragile ed è normale.

Sistema la frolla, compattandola e aggiustandola dove serve e ritaglia il bordo in modo che sia uniforme.

Rimpasta gli avanzi, stendi la pasta di nuovo e ritaglia 6 striscioline di frolla che ti serviranno per la griglia sulla crostata.

Rimetti di nuovo la frolla in frigo per un’ora.

Trascorso questo tempo, riscalda il forno a 180° in modalità statica.

Versa la crema nel fondo di frolla, sistema le strisce di frolla per formare la griglia e inforna per circa 40 minuti.

Vedrai che verso la fine della cottura la crema sarà notevolmente gonfiata.

Terminata la cottura, spegni il forno, socchiudi lo sportelo e lascia la crostata all’interno del forno fino a che la crema non si sgonfia.

Sforna la crostata e aspetta per qualche ora prima di rimuovere con delicatezza lo stampo.

La frolla è friabile e delicata, se sistemi la crostata in frigo prima di rimuovere lo stampo, ti verrà più facile.

Spolvera con zucchero a velo e mettila in frigo prima di servirla: più è fredda e più diventa buona.

 

Consigli

Se non vuoi usare mix commerciali, puoi usare questo mix casalingo, seguendo poi la ricetta.

Ti consiglio di preparare la crostata il giorno prima e consumarla l’indomani: più passano i giorni e più buona diventa.

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.