crostate/ Dolci/ video ricetta

Linzer torte senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Linzer torte senza glutine, senza mix commerciali né gomme e con video ricetta

Linzer torte senza glutine - La Cassata Celiaca

Linzer torte senza glutine – La Cassata Celiaca

La Linzer torte è una crostata dalle origini antiche che nasce nella città austriaca di Linz.

È composta da un guscio di frolla alle nocciole molto friabile che viene riempita di confettura di lamponi, oppure ribes o altri frutti rossi e da una griglia di pasta.

Di per sé la ricetta è davvero basica, non presenta alcuna difficoltà.

Linzer torte senza glutine - La Cassata Celiaca

Linzer torte senza glutine – La Cassata Celiaca

La frolla è molto friabile e burrosa e le nocciole e le spezie le conferiscono un sapore ed un profumo eccellenti.

Tra il mare magnum di ricette che ci sono sul web, mi sono affidata a questa qui, che mi è sembrata molto affidabile.

Ho solo sostituito la farina con un mix casalingo che uso spessissimo e a cui, stavolta, ho tolto lo xantano affinché tutti possiate rifarla in casa.

Linzer torte senza glutine - La Cassata Celiaca

Linzer torte senza glutine – La Cassata Celiaca

Come vi dicevo, la ricetta di per sé è semplicissima, bisogna solo aspettare i giusti tempi di riposo in frigo sia della frolla che della crostata.

Parecchie ore di frigo garantiscono una frolla scioglievole ma che non si spappola al taglio.

Il dolce è davvero molto buono, si mantiene per svariati giorni e allieta sia le colazioni che i dopo pasto.

Prima di lasciarvi alla video ricetta, vi ricordo che ci possiamo confrontare sulle ricette senza glutine anche nel mio gruppo Facebook “Happiness is gluten free“, vi aspetto.

Felice settimana, enjoy!


Linzer torte senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti per uno stampo da 22 cm

120 g burro morbido

100 g zucchero (extrafine tipo Zefiro)

50 g uova (1 uovo medio)

100 g nocciole tostate

100 g farina di riso finissima (certificata gluten free)

50 g fecola di patate (certificata gluten free)

50 g farina di miglio (o di quinoa o teff, certificata gluten free)

1/2 cucchiaino di cannella in polvere

1 pizzico di chiodi di garofano in polvere (per me due gocce di estratto)

scorza grattugiata di un limone bio

confettura di lamponi (o di ribes, frutti di bosco, fragole etc… certificata gluten free)

per la finitura:

miele e nocciole in granella (facoltativi)

 

Procedimento

Miscela la farina di riso, la fecola e la farina di miglio.

Versa le nocciole e due cucchiai di mix di farine nella ciotola di un frullatore e frulla benissimo le nocciole in modo da ridurle in polvere sottile.

Versa il burro e lo zucchero in una ciotola e montali con le fruste affinché tu possa ottenere una crema.

Aggiungi l’uovo e la scorza di limone e miscela ancora.

Unisci la cannella, i chiodi di garofano e le polveri e miscela con una spatola.

Riponi la frolla (che sarà molto cremosa) tra due fogli di pellicola, appiattiscila (così si raffredda prima) e mettila in frigo per non meno di 3 o 4 ore (ma puoi farlo anche il giorno prima).

Trascorso questo tempo, riprendi la frolla, lavorala velocemente sulla spianatoia infarinata con farina di riso finissima in modo da renderla di nuovo plastica e malleabile.

Fodera  lo stampo da crostata da 22 cm con carta da forno.

Io ho creato una croce con due strisce di carta da forno che ho lasciato debordare dallo stampo in modo da aiutarmi a rimuovere la crostata dallo stampo senza capovolgerla.

Se tu hai un anello per crostata o uno stampo dai bordi removibili ti consigli di usarli.

Stendi la frolla ad uno spessore di circa 1/2 cm e sistemala nello stampo.

Regolarizza i bordi, ritagliando l’eccesso di pasta e bucherella il fondo con i rebbi di una forchetta.

Con la pasta rimasta, crea delle striscioline che ti serviranno per creare la griglia.

Sistema le strisce di pasta su di un tagliere in modo che restino ben piatte e riponi sia queste che lo stampo in frigo per circa 30 minuti.

Trascorso questo tempo, riprendi lo stampo e le strisce di pasta e versa nello stampo la confettura che hai scelto.

Sistema le strisce di pasta sulla confettura in modo da creare una griglia e riponi nuovamente lo stampo in frigo per circa 30 minuti.

Riscalda il forno a 180° e cuoci la Linzer torte per circa 35 minuti.

Tira fuori lo stampo dal forno, aspetta che sia del tutto freddo e poi, afferrando i 4 lembi di carta da forno che fuoriescono dallo stampo, solleva la crostata e sistemala su di un vassoio.

Ti consiglio di farti aiutare in questa fase, se sollevi da solo la crostata solo da 2 lembi di carta, rischi di spaccarla.

Se vuoi, puoi scaldare per pochissimo un paio di cucchiaini di miele e pennellare il bordo della crostata in modo da fare aderire la granella di nocciole (oppure delle mandorle in lamelle).

A scelta, puoi anche spolverare la torta con dello zucchero a velo.

 

Consigli

Ti consiglio di riporre la crostata in frigo, specie se fa caldo, perché la frolla burrosa è più buona da fredda.

Io avevo del ribes congelato e l’ho usato per la decorazione.

Se non vuoi creare il tuo mix casalingo, puoi usare qualsiasi mix per frolla o per dolci.

Ti consiglio di dosare con molta cura  i chiodi di garofano: se ne usi troppo il sapore soverchierà tutti gli altri gusti e risulterà sgradevole.

Se no hai le nocciole, le puoi sostituire con della farina di mandorle.

Con queste dosì io ho preparato una crostata da 18 cm e due crostatine di circa 8 cm senza la griglia di pasta.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.