cioccolato/ Dolci/ Pasqua/ video ricetta

Uovo di cioccolato senza glutine 2019

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Uovo di cioccolato ai tre gusti

Uovo di cioccolato senza glutine 2019 - La Cassata Celiaca

Uovo di cioccolato senza glutine 2019 – La Cassata Celiaca

Ad ogni anno la sfida continua, e io continuo imperterrita a fare l’uovo di cioccolato per Pasqua.

Non sono brava, ma mi rendo conto che più ne faccio e più miglioro.

E se mio marito mi chiede di rifargli l’uovo cremino non mi tiro indietro.

Quest’anno ho fatto a lui il cremino e a me questo uovo qui, sempre con tre tipi di cioccolato ma senza la pasta di nocciole, molto più sbrigativo.

Avevo in mente di fare un uovo graffiti, non è venuto perfetto, non come me lo immaginavo, ha tantissimi difetti, ma è la mia creatura e mi piace.

In più è molto buono, croccante e sottile.

Uovo di cioccolato senza glutine 2019 - La Cassata Celiaca

Uovo di cioccolato senza glutine 2019 – La Cassata Celiaca

Con tutta l’umiltà di cui dispongo, ho girato il video, non per insegnare qualcosa a qualcuno, me ne guardo bene, ma per mostrare come ho fatto, possibilmente c’è qualche profano come me che vuol provare.

Chiedo quindi preventivamente scusa agli addetti al settore, ma se non provo non miglioro.

Per questa settimana, io termino qui.

Ne approfitto per auguravi una serena Pasqua e una bellissima pasquetta.

Enjoy!


Uovo di cioccolato senza glutine 2019 - La Cassata Celiaca

Ingredienti per un uovo da 200 grammi

100 g cioccolato fondente al 70 % senza glutine

100 g cioccolato bianco senza glutine

100 g cioccolato al latte senza glutine

 

Procedimento

Fai fondere il cioccolato fondente.

Per temperarlo hai tre modi:

  1. Ne fai fondere due terzi in microonde, poi aggiungi la parte rimanente sminuzzata e mescoli bene finché non è del tutto sciolta.
  2. Fai fondere tutto il cioccolato in microonde, poi ne versi due terzi su un piano di marmo, lo spatoli  finché non inizia  a diventare un poco più denso e lo versi nella ciotola con il cioccolato fuso e mescoli bene.
  3.  Lo fai fondere in microonde, tirandolo fuori spessissimo e mescolandolo finché non è sciolto.

Per farlo sciogliere puoi usare il microonde, ma sorvegliandolo spesso perché potrebbe bruciare, oppure a bagnomaria.

Una volta che hai fatto sciogliere il fondente e lo hai temperato, lo versi un una sacca da pasticceria e fai dei ghirigori nello stampo.

Infine prendi un attrezzo dalla punta sottile e arrotondata, come l’estremità di una posata, e fai dei “graffi” nel cioccolato, lasciando delle striature e rimuovendo il cioccolato in eccesso.

Se il cioccolato è stato temperato correttamente, cinque minuti dopo si sarà cristallizzato.

Nel frattempo puoi far fondere e temperare il cioccolato bianco.

Nel versi una metà per ogni lato e con movimenti rotatori lo distribuisci nello stampo.

Una volta ricoperte le sagome, capovolgi lo stampo, lo agiti e fai colare l’eccesso.

Se anche stavolta hai temperato bene, si cristallizzerà in pochi minuti, ma se fa caldo lo puoi anche riporre in frigo per pochi minuti.

Mentre pulisci il ripiano, fai fondere il cioccolato al latte.

Ripeti la stessa operazione di prima, fai colare l’eccedenza epulisci anche stavolta i bordi.

Aspetta che il cioccolato cristallizzi.

Si capisce facilmente con questo tipo di stampo perché, se guardi le sagome,  vedrai che la plastica è opaca, segno che il cioccolato si è cristallizzato e staccato.

Mentre se vedi delle zone scure e più lucide, è segno che in quei punti il cioccolato è ancora fuso.

Metti dei guanti usa e getta per non lasciare le impronte, capovolgi lo stampo sul piano e delicatamente stacca le mezze uova.

Scalda una placca o una taglia e poggia entrambe le parti in modo da livellare i bordi e poterli incollare tra di loro.

Tieni bloccate le due parti finché non si sigillano, ci vorrà qualche secondo.

Infine poggia l’uovo su di un supporto.

Per non usare il supporto di plastica, ho versato del cioccolato rimasto in un bicchierino da caffè di plastica.

Ho aspettato qualche secondo, ho capovolto il bicchierino per rimuovere l’eccesso e l’ho messo in frigo.

Una volta rappreso il cioccolato, ho tagliato un lembo del bicchierino di plastica con delle forbici e ho estratto il bicchierino di cioccolato.

Ho scaldato il bordo superiore per lisciarlo e per poter incollare l’uovo.

Ma se vuoi, puoi saltare quest’ultimo passaggio e usare un supporto di plastica.

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Ketty Valenti
    18 Aprile 2019 at 14:31

    Ciao cara,
    Sembra facile ma mica lo so se ci riuscirei è un lavoro di precisione e il cioccolato deve essere ben sciolto ( cosa che non mi riesce mai con il cioccolato bianco e non capisco perché ) e temperato, tutta la mia ammirazione per te che sei fenomenale in cucina Soniuz 👏🏻👏🏻👏🏻👏🏻

  • Reply
    Sonia
    18 Aprile 2019 at 15:44

    ciao gioia! perché essendo a base di burro di cacao ha una temperatura di fusione e temperaggio un poco diversa, ma tu lo sai che ovunque ti cimenti fai faville! grazie infinite e baciuzzi!

  • Reply
    Mile
    19 Aprile 2019 at 7:51

    Sonia! Quanta umiltà :dote che apprezzo tantissimo. Cimentati che noi – io di sicuro – apprezziamo con gioia e ammirazione. Buona Pasqua a te e alla tua famiglia 🤗🐣

    • Reply
      lacassataceliaca
      19 Aprile 2019 at 17:38

      ma grazie infinite dolcissima Mile, un abbraccio grande e tanti auguri di buona Pasqua, <3

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.