cioccolato/ Dessert/ Dolci

Choco-chiboust senza glutine in coppa

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Coppette con cake al cioccolato e crema chiboust al cacao

Choco-chiboust senza glutine in coppa - La Cassata Celiaca

Choco-chiboust senza glutine in coppa – La Cassata Celiaca

Choco-chiboust senza glutine in coppa, ovvero come riciclare un cake al cioccolato venuto male, anzi malissimo.

Non è un periodo fruttuoso per me questo.

Molte ricette mi vengono male, sia per colpa mia che per ricette che non sono del tutto affidabili.

Stavolta ho miseramente fallito un cake al cioccolato e non mi è ancora chiaro il perché.

Choco-chiboust senza glutine in coppa - La Cassata Celiaca

Choco-chiboust senza glutine in coppa – La Cassata Celiaca

Il sapore era piuttosto buono ma la consitenza troppo dura.

Impensabile per me di cestinare del cibo senza avere provato a riciclarlo e quindi ne ho fatto delle coppette.

Ho preparato la crema chiboust al cacao che trovo davvero fantastica e setosa e già da sola questa crema salverebbe un po’ tutto.

Inoltre avevo delle briciole di pasta sfoglia cotta che mi era avanzata dopo avere pareggiato delle sfoglie cotte e caramellate e le ho usate per dare un tocco croccante.

Choco-chiboust senza glutine in coppa - La Cassata Celiaca

Choco-chiboust senza glutine in coppa – La Cassata Celiaca

Come ultimo tocco goloso, ho aggiunto delle nocciole caramellate e voilà, il dessert della domenica era pronto.

Ma se non si ha un cake fallito?

Si possono usare molte cose.

Residui di pan di spagna, al cacao o classico; merendine confezionate come plumcake, muffins o cupcakes al gusto di cacao o di vaniglia; biscotti al cucchiaio come savoiardi oppure amaretti sbriciolati.

Insomma, per confezionare un dolcetto senza perdere troppo tempo le possibilità sono svariate.

Felice settimana, enjoy!


Choco-chiboust senza glutine in coppa - La Cassata Celiaca

Ingredienti per 4 coppe

200 g cake al cioccolato senza glutine (oppure pan di spagna al cacao)

per la crema pasticcera al cacao:

1 tuorlo

200 g latte

50 g zucchero semolato

25 g maizena (certificata gluten free)

17 g cacao amaro (certificato gluten free)

per la meringa italiana:

67 g albume

67 g zucchero semolato

17 g acqua

per la finitura:

nocciole caramellate

briciole di pasta sfoglia cotta (oppure di amaretti polverizzati, pralinato etc.)

 

Procedimento

Prepara la crema pasticcera.

Mescola in una casseruola il tuorlo con lo zucchero, poi unisci la maizena e il cacao.

Diluisci pian piano con il latte, togliendo tutti i grumi e metti la casseruola sul fuoco.

Cuoci la crema, mescolando di continuo, finché non addensa e diventa liscia  e lucida.

Lasciala cuocere ancora per un minutino anche dopo che si è addensata.

Versala in una ciotola, coprila con pellicola a contatto e lasciala intiepidire.

Prepara la meringa italiana.

Versa l’albume nella ciotola dell’impastatrice e inizia a montare a velocità bassa in modo che l’albume inizi a schiumare.

Versa l’acqua e lo zucchero in una casseruola e fai cuocere lo sciroppo fino a 110°.

Incorpora a filo lo sciroppo nell’albume (lasciandolo scivolare sul bordo della ciotola, in modo che non venga versato sulla frusta in movimento, altrimenti schizzerebbe un po’ dappertutto e verrebbe sprecato), lasciando montare finché non otterrai una meringa ben soda ma ancora setosa.

Incorpora  poco per volta la meringa alla crema, cercando di non smontare la massa e versa la crema chiboust ottenuta in una sacca da pasticceria.

Riponi la sacca in frigo.

Nel frattempo riduci in briciole piccole o in piccolissimi cubetti il cake al cioccolato (oppure il pan di spagna o ciò che hai deciso di usare).

Versane un poco sul fondo delle coppe e copri con un poco di crema chiboust.

Fai un secondo strato di cake e crea un secondo strato anche di crema.

Termina la decorazione con le briciole di sfoglia (o con pralinato, oppure con ciò che hai decido di usare) e le nocciole caramellate e riponi le coppe in frigo per non meno di una o due ore.

Ami i dolci in coppa? Qui troverai altre idee golose.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    saltandoinpadella
    4 Febbraio 2019 at 10:32

    Questo è un super riciclo!!! ogni tanto capita purtroppo di imbattersi in ricette che non riescono. Se sono torte soffici io di solito finisco per farci dei tartufini, ma questi bicchierini sono mooooolto più golosi. quel cucchiaino colmo di crema mi sta chiamando “elena elena vieni che ti sto aspettando…”

    • Reply
      Sonia
      4 Febbraio 2019 at 19:37

      grazie mille Elena! In effetti il cucchiaino ti chiamava, ma tranquilla… l’ho mangiato io in tuo onore 😀 ecco i tartufini… mica ci avevo pensato! Un bacione

  • Reply
    Natalia Piciocchi
    4 Febbraio 2019 at 14:49

    Faccio anche io come te, riciclo tutto. Che poi sapessi quante cose non mi vengono bene. Il fatto è che mi piace sperimentare e il rovescio della medaglia c’è sempre. Per quanto riguarda le ricette poco affidabili non ne parliamo, li però la fregatura la becco sempre con i grossi portali di ricette (e non faccio nomi) In genere quelle date dalle blogger mi esco sempre.

    • Reply
      Sonia
      4 Febbraio 2019 at 19:40

      si quando posso si, però ci sono volte che il risultato è talmente pessimo che non posso nemmeno riciclare e con i costi delle materie prime senza glutine mi piange il cuore! Io ti dirò che questo problema con quel portale di cui parli non l’ho mai avuto, ma è anche vero che convertendo tutto in gluten free gli aggiustamenti li faccio a monte e, oltretutto, vai a capire se è la ricetta originale che non funziona o le mie modifiche. In questo caso ritengo che ci sia qualcosa di sbagliato a monte, ma siccome non mi arrendo, proverò una seconda volta ma dimezzando le dosi… almeno piango con un occhio solo! Un bacione cara Natalia e grazie per essere passata.

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.