Non categorizzato

Caciocavallo silano con prosciutto crudo

  
Foto del Lago Arvo.



Ingredienti:
Caciocavallo silano DOP
prosciutto crudo
Tempo di preparazione: 3 min.
Oggi dire che la ricetta è veloce non rende l’idea di quanto sia veloce, ma vi giuro che è tra i più buoni piatti a base di formaggio mai mangiati.
Vero è che l’eccelso risultato è dovuto quasi esclusivamente alla squisita bontà di un formaggio che non conoscevo. 
Non tutti i caciocavallo sono uguali:  il Silano, un prodotto di origine protetta, è prodotto con latte fresco dei bovini che scorazzano allegramente per brucare l’erba proprio nell’altopiano silano e noi ne abbiamo visti a bizzeffe. 
La Sila è un paradiso in terra, mai visto posto più ricco di vegatazione, di panorami mozzafiato, di scoiattoli che si inseguono giocando sugli altissimi larici di cui la Sila è strapiena. 
Decine di passeggiate panoramiche facilitano la scoperta di un luogo vastissimo e affascinante in ogni suo centimetro quadrato. In mezzo a tale lussurreggiante vegetazione trova il suo spazio maestoso il lago Arvo, a 1.5 km dalla splendida Lorica (Cz)
La vista delle scintillanti acque del lago all’alba è quanto di più bello e romantico si possa desiderare al proprio risveglio.
Proprio a Lorica, alla pizzeria La Lorichella, ho avuto il piacere di assaggiare questo piatto spartano nella composizione, ma ricchissimo in sapore!
E’ stata un’impresa, scendendo verso la costa, trovare il caciocavallo silano ed è stato possibile solo grazie ad un gentilissimo impiegato della Conad della località Santa Domenica (a due passi da Capo Vaticano) che si è preso l’impegno di farcelo avere.
Due obblighi: che il formaggio sia il silano, con il nostro siciliano non sarebbe la stessa cosa e che il crudo sia affettato sottilmente e di alta qualità.
Se mi riesce di trovare un prodotto che qui mi risulta difficile reperire, vi proporrò la seconda magnifica variante che ho degustato.
Ve lo offro  con grande piacere.
A presto.
Preparazione:
– Scaldare una piastra non rigata a temperatura moderata e piastrare una fetta di formaggio di circa 1 cm finchè non diventa dorata.
– Girare e dorare anche dall’altro lato.
– Posizionare due fettine di crudo sul piatto e poggiarvi di sopra il formaggio piastrato.
– Servire subito.

You Might Also Like

19 Comments

  • Reply
    Caterina - La cucina di Tatina
    11 Settembre 2013 at 13:56

    *-* miiiii! Mi basta vedere la foto per capire quanto sia buono questo piatto! E' proprio vero, la semplicità ripaga sempre!

  • Reply
    Natalia
    11 Settembre 2013 at 14:10

    Io per i formaggi impazzisco!!!!!! Ma che buono!!!!

  • Reply
    brownasi
    11 Settembre 2013 at 14:43

    sono cresciuta in sila..mio padre è di li, e i miei parenti vivono li..l'adoro..e questa ricetta sarà pure veloce ma in flash mi ha riportato piccola, con le ginocchia sbucciate e tutti noi cugini davanti al camino con un lungo aggeggio da camino e alla sua estremità un gran pezzo di formaggoo silano da sciogliere e mangiare filante….bei ricordi e evviva l'italia, evviva il sud che ci omaggia di gusti meravigliosi….il lago cecita…il maneggio…i lupi della sila…il parco nazionale silano….hai visto che meraviglia?…assaggia anche i funghi e le patate e il panino con sasiccia e patate..non te ne pentirai…grazie per la ricetta e per avermi concesso questo momento di ricordo vivo…

  • Reply
    Debora Bianchi
    11 Settembre 2013 at 16:06

    mamma mia SOnia! io adoro questo caciocavallo! cotto con il crudo poi! maròòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòòò arriverei al volo a mangiarmene un pò! Il formaggio alla piastra è buono di suo, questo tipo è il massimo

  • Reply
    Vaty ♪
    11 Settembre 2013 at 16:58

    tesoro io non sono molto di formaggio ma se dici che era davvero cosi buono, ti credo!
    intanto sono molto per i laghi e foto rilassanti e grazie a te ora mi concedo un pò di sano relax dopo una giornata un pò impegnativa ^_^

  • Reply
    giovanna bianco
    11 Settembre 2013 at 17:11

    Io questo lo mangerei a pranzo, a cena, a colazione. Che bontà. Io sul lago ci sono stata qualche anno fa, sono calabrese e posso dirti che è un posto meraviglioso e le tue foto lo confermano. Un abbraccio.

    ti seguo su bloglovin

    pastaenonsolo.it

    • Reply
      Sonia
      11 Settembre 2013 at 17:14

      gioia …sei calabrese?? anche tu fortunatissima!! grazie grazie e grazie! ti seguo anche io, bacioni

  • Reply
    Sonia
    11 Settembre 2013 at 17:12

    Caterina, verissimo! grazie gioia, baciiii

    Brownasi, ma dai!!!!! sono strafelice che ti abbia resuscitato bei ricordi! io mi sveglio ancora di notte e mi sento lì! Purtroppo molte attività non le abbiamo potute fare perchè erano chiuse, ma torneremo! si che ho visto che meraviglia, ho visto i porcini appena raccolti e non li ho potuti comprare perchè non avevo modo di conservarli, non sai che rabbia!!! ma li mangiati sul posto…poi vi dirò 😉 sei fortunata, dico davvero! grazie per questo scorcio di vita

    Debora, quoto!!! è buonissimo…amunì che ti aspetto 😉 grazie e bacioni

    Vaty, giggia…non sei formaggiosa? ohhhh è un vero peccato! mangerò una doppia porzione per te la prossima volta. I posti sono così belli però che si può stare digiuni 😉 felice che ti rilassi qui, bacioni e grazie

  • Reply
    Ecco le Cose che Piacciono a Me
    11 Settembre 2013 at 19:09

    Questo posto è Bellissimo. A vederlo, oltre ad essere romantico direi che mi ispira molta serenità.

  • Reply
    Manuela e Silvia
    11 Settembre 2013 at 21:20

    Semplicemente…non serve proprio nient'altro!
    un bacione

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    12 Settembre 2013 at 6:13

    a volte sono proprio le cose più semplici le più buone! quelle in cui l'ingrediente tira fuori tutta la sua bontà.
    bella la sila, mi hai fatto venire voglia di andare

  • Reply
    Mariana
    12 Settembre 2013 at 18:24

    Con questa "visita" al tuo blog,ho visto il lago di cui parlavi….sentirlo e una cosa vederlo….un'altra.ci credo che ti è piaciuto!!!!!!!!!!!baci baci

  • Reply
    Stefania
    12 Settembre 2013 at 20:58

    Slurp che cosa mi ero persa!
    Da inguaribile amante di formaggi non potrebbe non piacermi, mi ricorda il tomino tirolese..
    Finché non vado in Sila potrei ripiegare sulla scamorza affumicata.
    Grazie per avermi fatto viaggiare con la fantasia!
    Baci

  • Reply
    Anna Lisa
    13 Settembre 2013 at 9:08

    Che belle foto ragazza e che bel caciocavallo!!!
    Io qui lo trovo, quasi quasi…

  • Reply
    Sonia
    13 Settembre 2013 at 14:16

    Cristina, anche a me! devo dire che è la cosa che in assoluto mi ha colpita di più..la serenità! grazie e bacioni

    Manuela e Silvia, vero!! grazie mille

    Gaia, non posso non sperare che tu ci vada appena puoi, magari a fine agosto…grazie di cuore!

    Mariana, grazie!! e ancora non hai visto nulla 😉 baciiiii

    Stefania, ti piacerebbe di sicuro! ma non farlo con altri formaggi, credo che tu non dovresti avrere troppo difficoltà a trovarlo, io chercherò da Ipercoop e da Auchan che di solito sono forniti e ti farò sapere. grazie a te e bascetti

    Anna Lisa, certo che lo trovi! l'area di produzione comprende la Calabria, Puglia e credo Campania e forse Basilicata…tu sei a un tiro di schioppo!! grazie ciccia e bacioni!

  • Reply
    Katia D G
    13 Settembre 2013 at 15:04

    Cara la mia Sonia, vedo con piacere che sei stata in Sila e torno indietro con la memoria e le papille gustative di almeno vent'anni…La semplicità di questo piatto non delude neppure le aspettative dei palati più esigenti. Tu ch'azzecchi sempre.Bacioni

    • Reply
      Sonia
      13 Settembre 2013 at 18:31

      ciao tesoro!! siiiii…poi ti racconto!! se ti piace lu tumazzu cu stu piattu t'arricrìi!! grazie di cuore e bacioni a te! ps. a prestissimo

  • Reply
    Silvia Palazzolo
    16 Settembre 2013 at 10:14

    wow…che delizia! Conosco bene quei posti…stupenda la Sila…e che salumi e formaggi buoni ci sono!!!

    • Reply
      Sonia
      16 Settembre 2013 at 11:16

      verissimo! ancora mi sogno la notte sia dei panorami che del cibo!

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.