Non categorizzato

Panini dolci (senza glutine)

Ingredienti:
500 gr. farina
2 uova
200 ml latticello (io latte)
60 gr. zucchero
100 gr. latte in polvere (io senza glutine Graziano)
10 gr. sale
20 gr. lievito secco
120 gr. burro morbido
1 tuorlo
semi di papavero

Tempo di preparazione: 30 min.

Preparazione:
A maggio vedo questi splendidi panini da Nadji (la sua è la versione con glutine) e il mio neurone solitario incomincia a schizzare nella scatola cranica come un ossesso. Velocemente effettua quelle tre o quattro operazioni al minuto e stabilisce che, si, è fattibile…posso provare a farli senza glutine….dopo di che si blocca e torna silente. Ieri mi finisce il pane della settimana e, dopo avere ingoiato l’ultimo boccone, il mio neurone si risveglia di botto e si ricorda di sti panini all’anice e mi impone, si si…mi impone di farli domenica, con quei 32/33° appena accennati. Io contro il mio neurone non ce la fò e ho dovuto soccombere. Faccio quelle ricerche necessarie a stabilire quali farine usare (leggi: scopiazzo qui e lì) e decido la seguente: 200 gr. Glutafin Select senza glutine, 200 gr. Biaglut per pane da 500 gr. senza glutine (quella nuova per intenderci) e 100 gr. di Agluten. In una ciotola verso il latte (che avrebbe dovuto essere latticello…ma piuttosto che perdere quei 30/40 minuti per capire dove diavolo potessi reperirlo, ho preferito gettare la spugna!), un cucchiaio di zucchero e il lievito secco (quello della confezione Biaglut), mescolo e lascio che il latte inizi  a fare le bolle. Quando il latte diventa un vulcano in piena attività, aggiungo le uova e lo zucchero necessari e mescolo bene. Verso nella ciotola dell’impastatrice le farine, il sale, il latte in polvere senza glutine Graziano, (lei aggiunge l’aroma all’anice, ma il mio neurone ha tentato il suicidio- l’anice lo odia- e i semi di papavero all’interno. Io ho preferito mantenere il sapore neutro e personalizzarlo in fase mangereccia), ho mescolato e ho versato i liquidi, lasciando che il gancio sudasse al posto mio. Specifico che, visto che le farine senza glutine richiedono più liquidi, ho messo 270 ml di latte, ma in fase di lavorazione ho dovuto versare un paio di cucchiai di Glutafin perchè la pasta risultasse della giusta consistenza. Solo alla fine, quando tutto era ben amalgamato ho aggiunto il burro molto morbido a tocchetti. Appena questo è stato del tutto incorporato, ho coperto e lasciato lievitare fino al raddoppio. Ora viene il bello!  Se avete un minutino di pazienza e andate a vedere il passo passo della lavorazione capirete che sembra facile…ma non lo è. Specifico che dopo il riposo la pasta è diventata magnificamente lavorabile ed elastica…si elastica! Ho diviso la pasta in mucchietti da 100 gr e da ogni mucchietto ho ricavato 6 pezzetti a cui ho dato la forma di cordoncini. Allinea lì, incrocia qui, piega questo, ribalta quest’altro….e ora? dal punto 4 al 5 (nel suo blog) mi perdo completamente! il neurone tira il freno a mano e si stoppa. Faccio presente che coi 28° gradi in cucina la pasta tra le mani diventa piuttosto molliccia, quindi non è così evidente piegare, girare etc. mantenendo i dannati cordoncini allineati! Leggo e rileggo il foglietto che ho stampato e non ne vengo a capo…mi scoccio e  ficco i cordoncini rimasti tutti sotto gli altri, ottenendo una specie di spiga monca al posto delle sue bellissime briosche Wilson….ma siccome ogni scarrafone è bello a mamma soja…mi hanno fatto tenerezza e li ho tenuti così (tanto che scelta avevo? Comunqeu io ho fotografato il più fedele all’originale..mica so scema!). Li ho piazzati su placca foderata da carta forno e lasciati lievitare ancora 30 min. Ho acceso il forno a 200° (lei consiglia 180° nel suo), ho pennellato le creature con tuorlo e un goccio di latte e cosparso con semi di papavero. Ho cotto per 15 minuti e avuto la decenza di lasciare raffreddare. Sono morbidissimi, soffici e buoni! Grazie Nadji :-))

Con questa ricetta partecipo al contest di Mamma papera’s blog 

You Might Also Like

14 Comments

  • Reply
    ValeTork
    12 Luglio 2011 at 7:34

    bellissimi panini

  • Reply
    Mirtilla
    12 Luglio 2011 at 9:11

    c'e' una gran bella lavorazione,sei bravissima!!

  • Reply
    Rafil
    12 Luglio 2011 at 10:09

    fantastici intrecci dal sapore sicuramente delizioso
    ne rubo uno ^_^

  • Reply
    Glu.fri cosas varias sin gluten
    12 Luglio 2011 at 11:00

    Belliiiiiiiii !! A fine mese sono in Italia e non vedo l'ora di sperimentare con le farine dietoterapeutiche..mica sono cosí irriducibile…

  • Reply
    Tinny
    12 Luglio 2011 at 12:06

    Non è possibile che il tuo neurone solitario sia riuscito tutto
    da solo a intrecciare tutti quei belin di cordoncini, dai!
    A meno che non si chiami Rubik, ne? Bacini…

  • Reply
    Elena
    12 Luglio 2011 at 12:41

    Io li ho mangiati oggi a colazione!!!! non vi dico cosa sono con la marmellataaaaaaaaaa
    Grazie Soniù! Ve li consiglio sono davvero buoni.
    Un bacio alla padrona di casa!

  • Reply
    Sonia
    12 Luglio 2011 at 13:45

    Grazie Vale 🙂

    Mirtilla, grazie 🙂 gli originali sono molto più belli,
    ma io mi sono accontentata 😉

    Rafil, grazie cara..sono migliorabili, ma è un buon
    inizio 🙂 baci :X

    Simonetta, e allora cara fai una scorta infinita di
    farine e buon divertimento 😉 grazie e baci :X

    Tinny, caspita ciccia è proprio così che si chiama!
    ma tu come lo sai? sono sicura che sai perfettamente
    cosa pensavo mentre intrecciavo sti cordoncini tutti mollicci!!
    bacetti ciccia :X

    Elenù, malafigura fici?? dai me lo puoi dire! 😉 spero
    proprio che tu li abbia riscaldati un pochetto prima!
    poi ti mando l'assegno 😀 grazie bedda e bacetti attorcigliati :X

  • Reply
    Torte & Decorazioni
    15 Luglio 2011 at 19:03

    Sonia sono uno spettacolo davvero bravissima!!!
    Bacioni

  • Reply
    monica
    20 Luglio 2011 at 9:38

    me li ero persi questi bellissimi, e sembrano morbidosi. baci

  • Reply
    Sonia
    20 Luglio 2011 at 9:59

    Frà, grazie mille 🙂 baci baci :X

    Monica, si appena fatti erano proprio morbidissimi 😉
    grazie tesoro e bacioni :X

  • Reply
    Mamma Papera
    23 Luglio 2011 at 9:44

    uhhh che belloooooo ^^ grazie per le ricette sono entrambe molto belle ^^ inbocca al lupo

  • Reply
    Sonia
    23 Luglio 2011 at 17:35

    Mamma Papera, grazie a te!! e crepi il lupo :))

  • Reply
    Maila
    31 Luglio 2013 at 5:11

    Ciao,sono capitata su questa pg alla disperata ricerca di una valida ricetta della pinza pasquale triestina senza glutine. Hai mai provato a cimentarti? Hai consigli da darmi? I risultati dei miei tentativi avevano un sapore aspro e non erano abb soffici. . Ti ringrazio per la risposta sin da ora e ti faccio i complimenti per il blog!

    • Reply
      Sonia
      31 Luglio 2013 at 8:56

      Buongiorno Maila, non ho mai fatto la pinza pasquale, ma mi informerò per trovare una ricetta e appena posso la provo di sicuro. Grazie per lo spunto e a presto. Buona giornata. Sonia

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.