Non categorizzato

Strudel di mele

Ingredienti:
300 gr. farina
130 gr. burro
3 tuorli
130 ml vino bianco
uvetta
pangrattato
mandorle/pinoli


Tempo di preparazione: 15 min.
Preparazione.
Finalmente lo strudel! erano anni che pensavo di farlo ma ho sempre creduto che fosse un dolce complicato e di lunga esecuzione e mai cosa fu più falsa! A furia di guardare le ragazze del forum di Cucina in Simpatia che lo preparavano addirittura senza glutine, ieri mi sono decisa e voilà…. è un dolce molto molto semplice e se avete già la composta di mele pronta ci mettete un attimo. 🙂 La mia è una versione senza glutine ma dubito che qualcuno se ne accorgerebbe 😉
Ho usato, come consigliato dalla maestra Felix che a sua volta si è ispirata da Jo del forum di CIS, il mix di farine per pasta all’uovo senza glutine (100 gr. farina di riso, 250 gr. maizena, 250 gr. fecola, 10 gr. xantano. Da qui prelevare la farina necessaria.). Ho lavorato prima la farina col burro, poi ho aggiunto uovo e vino e ho formato un panetto morbido e ben lavorabile. Ho dato 3 pieghe come se fosse una pasta sfoglia, ma senza riposo in frigo e l’ho stesa sottilmente con il mattarello. Ho tagliato la pasta in due pezzi ( io ho usato mezza dose e ho fatto due piccoli strudel), ho versato una manciata di pangrattato (per me Schaer) sul fondo di entrambi, ho coperto con la composta di mele che ho fatto scolare per togliere l’eccesso di liquido, ho aggiunto l’uvetta non ammollata (assorbirà il liquido delle mele in cottura) e qualche mandorla tritata (o uvetta se preferite). Ho pennellato i bordi con l’albume, chiuso lo strudel appoggiando il lato della chiusura sul fondo della placca da forno, pressato bene i bordi, pennellato con burro fuso e infornato a 220° per 25 minuti. Ho lasciato raffreddare, ho spolverizzato con zucchero a velo e me lo sono stragustato! E’ squisito: un connubio perfetto tra pasta non zuccherata e  farcia dolce, non è affatto stucchevole e si conserva benissimo per qualche giorno. Grazie mille Felix 😀

Con questa ricetta partecipo alla bellissima raccolta di Stefy e Rosy del blog “Noi due in cucinaIl tempo delle mele

You Might Also Like

17 Comments

  • Reply
    Mirtilla
    25 Novembre 2010 at 10:42

    ma guarda che meraviglia!!!

  • Reply
    Sonia
    25 Novembre 2010 at 10:55

    ehi ciao 🙂
    grazie mille :X
    buona giornata

  • Reply
    franca
    25 Novembre 2010 at 14:37

    buonissimo lo strudel di mele, lo faccio spesso,
    ciao sonia.

  • Reply
    Sonia
    25 Novembre 2010 at 15:04

    Grazie Franca 🙂
    Ciao e a presto

  • Reply
    Mariana
    25 Novembre 2010 at 16:18

    E finalmente l'hai fatto….buonissimo!!!!!!!!!!!!!!

  • Reply
    Torte & Decorazioni
    25 Novembre 2010 at 16:21

    Sonia che meraviglia sento il profumo fino a qui!!
    Non ho mai provato la sfoglia con il vino bianco deve essere molto profumata.
    Brava brava sforni una bontà dopo l'altra!!
    Bacioni

  • Reply
    Sonia
    25 Novembre 2010 at 16:24

    Mariana: e l'ho pure finito ;)) grazie :X

    Francesca: era la mia prima volta e mi ha dato soddisfazioni 😉 ne dovresti fare uno anche tu e decorarlo con gum paste…..vedi che splendore fabbricheresti con quelle manine d'oro 😉
    :X

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    26 Novembre 2010 at 9:07

    ma è meraviglioso sonia!
    sembra "vero"!!!!

    anch'io da quando sono celiaca voglio riprovare a fare lo strudel, ma non ho il coraggio… devo trovare lo xanthano! e dire che l'anno scorso raffaella me l'aveva offerto su un piatto d'argento!
    mannaggia!

  • Reply
    Sonia
    26 Novembre 2010 at 11:30

    Gaia: grazie carissima…merito delle Cissine 🙂 hai un Celiachia food nella tua zona? se si compralo lì che costa la metà rispetto alla farmacia 😉
    buona giornata
    :X

  • Reply
    Felix
    26 Novembre 2010 at 16:43

    Ecco che arrivo a commentarlo finalmente!!!
    Splendido ti venne… ma io da allora (cioè tre anni) è che predico che la ricetta senza glutine
    è validissima, finalmente qualcuno l'ha provata!!! Grazie a te per averlo fatto :X
    Un bacione Soniuccia!

  • Reply
    Torte & Decorazioni
    26 Novembre 2010 at 19:12

    Sonia se decoro anche i dolci rustici mio marito mi ricovera :))
    bacioni

  • Reply
    Sonia
    27 Novembre 2010 at 15:46

    Felix: cioè mi vuoi dire che in tre anni nessuno provò??? :-L non ci posso credere! gioia hai realizzato una squisitezza assoluta…a saperlo prima lo provavo mesi fa 😉
    bravisisma, grazie e bacioni :X

    Francesca: =)) mi fai morire!! io non so con che frequenza decori dolci…ma pensa al tronchetto di Natale e vedi che viene fuori 😉 oggi ho iniziato a decorare con le nuove bocchette (St. Honoré e quella piatta rigata, il negoziante mi ha detto che questa è "antica" cioè retrò e non la comprava mai nessuno!! ma che voleva dire :-/ ). Ho fatto la solita torta al caffè e l'ho impupata per bene…per essere la prima volta non mi lamento, ma se ci fossi tu come vicina di casa ;)) bacioni :X

  • Reply
    Torte & Decorazioni
    28 Novembre 2010 at 17:16

    Con la scusa di provare decoro quasi tutto ;)) mentre lui non vede l'ora di affondarci la forchetta…
    Il beccuccio piatto rigato e per fare il canestro non e retrò hai fatto un ottimo acquisto!!
    Bacioni buona domenica

  • Reply
    Stefy e Rosy
    29 Novembre 2010 at 11:18

    Non smetterò mai di amare questi dolci! Che bontà, grazie
    Stefania

  • Reply
    Sonia
    29 Novembre 2010 at 15:30

    Francesca: grazie per il supporto 😉 :X

    Stefy e Rosy: grazie a voi per la visita e per il contest 🙂

  • Reply
    Anna
    20 Marzo 2011 at 18:39

    Urca l'ho trovato!!! Bellissimo!!! Proverei volentieri anche questa ricetta, c'è solo un problema, lo xanthano che ho in casa è vecchio di anni, non oso buttarlo ma neanche usarlo :((
    Ma che succede se non ce lo metto? Tu hai mai provato senza?

  • Reply
    Strudel di pasta fillo senza glutine la video ricetta | La cassata celiaca
    23 Novembre 2015 at 11:17

    […] già preparato in passato, in diverse versioni, come potete vedere qui, qui e qui con video ricetta anche in questo […]

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.