crostate/ Dolci/ video ricetta

Crostata all’arancia senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Crostata all’arancia rossa di Sicilia con video ricetta

Crostata all'arancia senza glutine - La Cassata Celiaca

Crostata all’arancia senza glutine – La Cassata Celiaca

Questa crostata all’arancia senza glutine è un inno alla Sicilia.

La ricetta è della bravissima Justine, io mi sono limitata a renderla senza glutine e ad usare il succo di arance rosse di Sicilia che, insieme alle mandorle della frolla, sono i prodotti per eccellenza della mia terra.

La ricetta di per sé è molto semplice.

Un guscio di pasta frolla setosa alle mandorle, crema mousseline all’arancia e fette di arancia rossa.

Crostata all'arancia senza glutine - La Cassata Celiaca

Crostata all’arancia senza glutine – La Cassata Celiaca

Ho girato la video ricetta di tutta la preparazione, per agevolare chi magari è alle prime armi.

Quando ho inziato a dedicarmi alla cucina, ormai 20 anni fa, ero sotto lo zero, non sapevo fare nulla e la pasta frolla era quanto di più ostico per me.

Ai tempi non c’era YouTube e, per una come me che impara guardando, era davvero difficile capire i ricettari scritti.

Crostata all'arancia senza glutine - La Cassata Celiaca

Crostata all’arancia senza glutine – La Cassata Celiaca

Il dolce è estremanente buono, setoso e delicato.

L’indomani, dopo qualche ora di riposo in frigo, è praticamente perfetto.

Vi auguro una serena settimana, enjoy!


Crostata all'arancia senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti

per la pasta frolla:

200 g mix per pasta frolla senza glutine Ori di Sicilia

90 g zucchero a velo (certificato gluten free)

25 g mandorle in polvere

100 g burro

1 uovo

per la crema all’arancia:

115 g succo di arancia rossa

90 g burro

40 g zucchero

1 uovo e mezzo

1 tuorlo

13 g maizena (certificata gluten free)

la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere

per la finitura:

zucchero semolato

arancia a fettina

 

Procedimento

Prepara la pasta frolla.

Versa il mix, la polvere di mandorle, il burro in una ciotola e lavora finché la farina non assumerà l’aspetto di sabbia bagnata.

Unisci l’uovo ed impasta per bene in modo da ottenere una frolla liscia e setosa.

Riponi la frolla in un sacchetto alimentare e mettila in frigo per circa un’ora.

Prepara la crema all’arancia.

Versa le uova e il tuorlo in una casseruola, unisci lo zucchero, la maizena e la vaniglia e lavora bene con la frusta per rimuovere i grumi.

Unisci il succo di arancia, mescola e cuoci la crema finché non addensa, cuocendola per circa 10 secondi anche dopo, mescolando di continuo.

Versa la crema in una ciotola e unisci il burro in tre riprese, mescolando per farlo incorporare.

Copri la crema con pellicola e lascia che raffreddi, mettendola successivamente in frigo per circa  un’ora.

Riscalda il forno a 180°.

Riprendi la frolla dal frigo, stendila a circa mezzo centimetro o poco meno, ritaglia un disco di due dita più largo dello stampo e sistemalo nello stampo.

Livella il bordo superiore, bucherella la pasta con i rebbi di una forchetta e sistema in freezer per circa 10 minuti.

Tira fuori lo stampo dal freezer, copri la frolla con un disco di carta da forno, riempilo con ceci secchi (oppure fagioli o sfere di cottura in ceramica) e cuoci il fondo di frolla per circa 15 o 20 minuti.

Tira fuori lo stampo dal forno, rimuovi i ceci e la carta da forno e pennella la superficie con albume.

Rimetti nuovamente in forno e cuoci ancora per circa 5 o 6 minuti.

Attendi che la frolla sia fredda prima di sistemarla su di un piatto da portata.

Riempi il guscio di frolla con la crema.

Termina spolverizzando la superficie con zucchero e fiammeggia la superficie con un cannello da pasticceria.

Se ti fa piacere, puoi decorare la crostata con fette di arancia pelata a vivo (senza la pellicina bianca), basta tamponarle molto bene con della carta assorbente.

Consigli

La ricetta originale prevede lo zucchero di canna per la fiammeggiatura, ma io non ne avevo.

Se non possiedi un cannello, puoi saltare questo passaggio e decorare con sola arancia, oppure fettine di arancia candita.

La crostata si conserva benissimo in frigo anche per due giorni, ben coperta da una campana di vetro.

La pennellatura della frolla con l’albume ne garantisce l’impermeabilità e la lunga durata anche a contatto dell’umidità della crema.

Se non trovi questo mix, puoi usarne un altro senza problemi.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.