Pane/ Piatto unico

Toast di pane nero senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Toast di pane nero con caciocavallo grigliato e zucchine

Toast di pane nero senza glutine - La Cassata Celiaca

Toast di pane nero senza glutine – La Cassata Celiaca

Questo toast di pane nero senza glutine è di una bontà commovente.

Per carità…  non perché l’ho preparato io, ma perché il Preparato per pane nero senza glutine di Massimo Zero è talmente buono che è impossibile fallire.

O meglio, basta stare attenti ad un paio di cosette che vi racconto nella ricetta e otterrete un pane in cassetta altissimo con cui poter confezionare toast con tutti i santi crismi e non i soliti toast lillipuziani.

Pane nero senza glutine - La Cassata Celiaca

Toast di pane nero senza glutine – La Cassata Celiaca

Io ho seguito la ricetta scritta sulla confezione, con un paio di minuscole modifiche.

Il pane resta soffice per almeno tre giorni, chiuso in una busta per alimenti.

L’indomani, anzi, pare appena cotto.

Se non fosse così morbido, non avrei potuto preparare un toast a tre strati come questo ed addentarlo senza una distorsione alla mascella.

Pane nero senza glutine - La Cassata Celiaca

Toast di pane nero senza glutine – La Cassata Celiaca

La farcitura del toast la decidete voi.

Io il mio l’ho condito con fette di caciocavallo grigliate, fette di zucchina grigliate e pomodorini.

Un piatto unico che mi ha dato grande soddisfazione.

Enjoy!


Toast di pane nero senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti

1 confezione di Preparato per pane nero senza glutine Massimo Zero (450 g)

350 g acqua

8 g lievito secco

15 g olio d’oliva

 

 

Procedimento

Versa il mix nella ciotola dell’impastatrice e unisci il lievito secco.

Miscela ed incorpora l’acqua.

Impasta per circa dieci minuti in modo che l’addensante si attivi.

Infine unisci l’olio.

Lascia impastare ancora per cinque  o dieci minuti.

Versa l’impasto nello stampo per plumcake (lo stampo dalle dimensioni standard) e livella la superficie con una spatola bagnata.

Copri lo stampo con pellicola e aspetta che lieviti finché non supera di un paio di dita lo stampo.

Fai attenzione alla lievitazione: l’impasto deve essere ancora bombato e avere una bella cupola gonfia,  quindi sorveglia molto spesso la pasta perché lievita molto velocemente.

In meno di un’ora, con una temperatura di 28° in casa, era pronto per essere cotto.

La lievitazione una volta innescata non rallenta nemmeno in frigo.

Quando vedi che la pasta sta iniziando a superare il bordo dello stampo, scalda il forno a 200°.

Inforna e cuoci il pane per 50 minuti.

Tira fuori lo stampo dal forno, tira fuori il pane dallo stampo e lascia che raffreddi del tutto su di una gratella prima di affettarlo.

Se vuoi condirlo come il mio dovrai seguire i seguenti passaggi.

Compra del caciocavallo fresco di buona qualità e affettalo dello spessore di un dito.

Affetta finemente la zucchina e griglia le fette da ambo i lati.

Griglia a fiamma vivace anche le fette di formaggio per pochi minuti finché non inziano a fondere.

Disponile subito tra le fette di pane, aggiungi le zucchine e i pomodorini  a fette e griglia da ambo i lati anche il toast.

Servi subito.

Pane senza glutine - La Cassata Celiaca

 

Consigli

Non usare il sale, il mix lo contiene già.

La ricetta sulla confezione suggerisce l’uso sia del lievito fresco che secco, ma con questo caldo ho rinunciato al primo.

L’importanza del non superare la lievitazione sta nel fatto che, una volta che arriva al suo massimo, l’impasto collassa e in cottura non si riprende più, dando quindi un pane piatto e molto più umido.

Nella confezione si suggerisce l’uso di 30 g di olio d’oliva, ma io ho preferito la versione con meno olio.

Per ottenere lo stesso risultato non puoi cambiare il mix: la quantità di acqua è perfettamente bilanciata per questa miscela, ma solitamente con altri mix ne servirebbe di più.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.