Prodotti da forno

Focaccia con bietole e primosale senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Focaccia con bietole e primosale senza glutine - La Cassata Celiaca

Focaccia con bietole e primosale senza glutine – La Cassata Celiaca

Come vi raccontavo per la pizza, il mio lievito madre è passato allo step successivo e adesso fa le cose da grandi, come questa Focaccia con bietole e primosale senza glutine.

Non gli posso rimproverare nulla, è arzillo e pimpante e mi da molta soddisfazione.

Focaccia con bietole e primosale senza glutine - La Cassata Celiaca

Focaccia con bietole e primosale senza glutine – La Cassata Celiaca

Focaccia morbidissima, rustica, direi quasi contadina; le bietole sono di casa qui, le olive autoctone, il primosale è di un’azienda agrituristica che si chiama Villa Dafne ed è ad Alia (Pa), cucinano benissimo, producono tutto loro, hanno a disposizione camere per gli ospiti e c’è la piscina… vediamo… cos’altro? ah si, cucinano anche gluten free!

Non ho rimpianto la pizza o lo sfincione, ultra buona.

Enjoy!


Focaccia con bietole e primosale senza glutine

Ingredienti

100 g lievito madre senza glutine

120 g Miscela per pane e pizza senza glutine Molino Dallagiovanna

110 g Mix per pane Fibra + senza glutine Nutrifree

1 cucchiaino Mielbio millefiori Rigoni di Asiago

1 cucchiaino sale

180 g acqua

2 cucchiai olio d’oliva

bietole

primosale

olive nere

pepe

olio d’oliva

 

Procedimento

La sera precedente.

Miscelare il lievito madre (rinfrescato lo stesso giorno) all’acqua e unire il miele e il sale.

Versare le farine e mescolare anche con un cucchiaio di legno ( o con l’impastatrice).

Unire l’olio e miscelare per bene per ottenere una pasta liscia.

Coprire con pellicola e lasciare lievitare fino all’indomani.

Verso le 11 del giorno successivo, ungere una teglia da 20/22 cm e versare al suo interno l’impasto.

Stendere la pasta con le mani ben unte, livellare, coprire e lasciare lievitare un’altro paio di ore.

Nel frattempo lavare le bietole, tagliarle grossolanamente e farle saltare in padella con dell’olio d’oliva e, se si vuole, uno spicchio d’aglio.

Farle freddare.

Condire la focaccia con le bietole, cubetti di primosale, le olive, del pepe e un filo d’olio d’oliva.

Cuocere a 200°/220° per circa 20′ o fino a coloritura.

Consigli
In questa cottura il primosale non si scioglie, si arrostisce diventando croccante e molto saporito; se volete un formaggio sciolto, mettetelo sotto le bietole e riducete la temperatura aumentando il tempo di cottura.

 

 

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Katia D G
    16 Marzo 2016 at 17:09

    Altro che insaccati! Bastano ingredienti semplici,ma di qualità, e le tue manine magiche, per fare di una focaccia un piatto a cinque stelle. Se un ristorante dovesse risultare troppo impegnativo, una focacceria non sarebbe una cattiva idea. Che dici? Qui, in Toscana, sarebbe un via vai di gente… Baciuzzi

    • Reply
      lacassataceliaca
      18 Marzo 2016 at 17:37

      Katia ha ha ha grazie mille, semmai mi convertissi di certo sceglierei la Toscana! grazie gioia mia baciuzzi a te

  • Reply
    Ketty Valenti
    17 Marzo 2016 at 19:24

    Che bontà Sonia e pensare che adoro i rustici lievitati eppure non oso prepararli magari mi convinco pian pian e supero questa ansia da prestazione ? Super la tua focaccia????

    • Reply
      lacassataceliaca
      18 Marzo 2016 at 17:39

      Ketty, lo sai che è più un blocco mentale che una incapacità tua? dovresti iniziare poco per volta e credimi sulla parola la focaccia è a 0 impegno! non usare lievito madre, inizia con lievito di birra e l’appetito ti verrà mangiando… credimi! saresti bravissima, baciuzzi e grazie mille

  • Reply
    Leti - Senza è buono
    19 Marzo 2016 at 19:43

    Eccomi qui, in ritardo…quasi mi vergogno… ma lo faccio ugualmente, perchè so che mi perdonerai…grazie per aver regalato alla raccolta una signora focaccia: solo così potrei definirla! e se potessi, mi ci tufferei! Un abbraccio grandissimo!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.