Non categorizzato

Treccia di pane alla zucca con bietole e Tête de Moine (senza glutine)



Ingredienti:

140 g polpa di zucca cotta
130 g farina senza glutine Biaglut miscela per pane
70 g farina senza glutine Farmo Fibrepan per pane e pizza
50 g farina senza glutine Miscela per pizza Le farine dei nostri sacchi
110 g acqua
6 g lievito di birra
20 g olio d’oliva
semi vari
6 g sale
per la farcia:
un mazzo di bietole (circa 100 g cotte)
olio d’oliva
formaggio Tête de Moine
Tempo di preparazione: 30′.

Buon venerdì e buon #100%GFFD!
Ci sono giornate amorfe e giornate negative, poi ci sono giornate banali che si trasformano in giornate piene di soddisfazione.. ieri è stato così!
Io non so voi, ma quando penso ad una ricetta e poi il risultato supera ogni aspettativa sono davvero felice, mi complimento con me stessa (varie e varie volte in effetti), ho un sorriso stampato in faccia che manco se avessi vinto l’enalotto e penso subito a chi posso raccontare di questa bella cosa che ho sfornato… ebbene siete voi, sempre e comunque, che vi piaccia o meno aggiungerei… ma questa ricetta vi piacerà.
Cos’è il Tête de Moine? é un formaggio svizzero di cui si hanno notizie fin dal 1300, prodotto a partire da latte intero e crudo di vacca e specifico dello Giura bernese, esattamente nell’abazia di Bellelay (fonte Wikipedia).  
Formaggio di grande fama, deve il suo nome attuale ai soldati francesi che verso la fine del 1800 invasero l’abbazia durante il periodo della rivoluzione e trovarono nelle cantine questo formaggio che, con la sua forma, richiamava il capo rasato dei monaci, quindi testa di monaco, tête de moine.
Nel 1981 è stata inventata la Girolle, strumento che permette l’ideale degustazione di questo formaggio dal sapore forte, stagionato, particolare e decisamente buono. Viene normalmente servito sotto forma di rosette che si ottengono grattando con la lama della girolle la parte superiore del formaggio.
E io come l’ho avuto? beh.. da mia sorella naturalmente! lei è un’esperta d formaggi, ne conosce tantissimi e mi ha regalato questa forma con la sua girolle. Grazie Sté!
Parliamo di questa treccia…. ma quanto è buona?! sofficissima, leggera, gustosa, è di fatto un pasto completo contenendo carboidrati e verdure, non è affatto difficile da preparare….  davvero… provatela.

Noi ci vediamo al GFFD dove ormai sapete che potete caricare le vostre ricette senza glutine e avere la possibilità di vedere scelta la vostra ricetta per essere proposta durante gli aperitivi Gluten Free da Cuocona a Milano.

Consegno questa treccia nelle esperte mani delle due panificatrici seriali, Sandra e Barbara,  che hanno ideato la raccolta Panissimo che per il mese di novembre viene ospitata da Sandra.

Infine partecipo al contest di Ariosto nella sezione contorni.

Buon fine settimana e a lunedì con dolce……mmmmhhhhh…non vi anticipo nulla!
Preparazione:


– Cuocere la polpa della zucca e una volta fredda frullarla.
– Versare la polpa in una ciotola, aggiungere l’acqua e il lievito e farlo sciogliere.
– Versare le farine ed iniziare ad impastare per bene (nel video qui sopra potete vedere come procedo senza utilizzare strumenti particolari).
– Infine versare l’olio e il sale.
– Ottenuto un panetto liscio, coprirlo e lasciarlo lievitare per un’ora.
– Nel frattempo lavare le bietole, tagliarle grossolanamente e farle cuocere in padella con olio d’oliva e insaporitore.
– Una volta cotte, tritarle al coltello e lasciare che raffreddino.
– Dividere la pasta in tre bocconcini di pari peso.
– Stendere ogni bocconcino in un rettangolo e farcirlo con parte delle bietole e il formaggio.
– Chiudere i rettangoli ottenendo tre salsicciotti.
– Formare la treccia, sigillare le estremità e metterla in teglia coperta da carta forno.
– Coprire e lasciare lievitare circa un’ora.
– Pennellare la treccia con olio d’oliva, cospargere di semi vari e cuocere a 200° per circa 20′-25′.
– E’ possibile consumarla anche calda o tiepida.

Note: se non trovate questo formaggio, facilmente reperibile al nord Italia, ma impossibile da trovare al sud, usate pure un formaggio stagionato dal sapore deciso.

You Might Also Like

17 Comments

  • Reply
    sississima
    21 Novembre 2014 at 9:18

    con questa treccia di pane mi hai assolutamente conquistata io poi adoro il Tête de Moine! Complimenti per il video molto utile per me, un abbraccio SILVIA

  • Reply
    la cucina della Pallina
    21 Novembre 2014 at 9:57

    bellissima questa treccia! e guardavo proprio questa mattina il tete de moine per regalarlo a Natale, lo adoro 🙂
    un abbraccio
    raffaella

  • Reply
    Leti-Senza è buono
    21 Novembre 2014 at 11:35

    Ogni volta che passo da te, vorrei dare un morso allo schermo! Questa volta ho trovato questa bella trecciona lievitata alla perfezione! E poi è sempre un piacere leggere i tuoi post, sempre interessanti e ricchi di informazioni! Un abbraccio, Leti P.S. non vedo l'ora che arrivi lunedì…chissà che dolce golosissimo che ci farai scoprire!!!! 🙂

  • Reply
    Stefania
    21 Novembre 2014 at 17:59

    Meraviglia!!! Sarà squisita questa treccia!
    E brava Stè 😛
    Quando un giorno andrò in Francia impazziró e tornerò con una con una borsa frigo piena di formaggi 😉
    Bisous

  • Reply
    Ketty Valenti
    21 Novembre 2014 at 18:07

    Questa ricetta è troppo buonaaaaaaa,davvero mi piace un sacco,mi vado a rivedere il video,grazie cara 😉
    Z&C

  • Reply
    paola
    21 Novembre 2014 at 19:40

    divina quella treccia e quel formaggio che completa, mai mangiato ma mi ispira molto

  • Reply
    enza accardi
    22 Novembre 2014 at 7:35

    Scioccata sono!!! considerando che adoro i lievitati, di qualsiasi genere, forma e ripieno, questa treccia è davvero degna di una tavola da Re !!!!!! OK, capito……. Abbiamo bisogno di vederti sempre col sorriso stampato, perciò continua a pensare e studiare, io nel frattempo prendo appunti!!!!! Me gusta assai assai.. Un bacionazzo

  • Reply
    Federica Simoni
    22 Novembre 2014 at 11:38

    questa treccia è spettacolare 😛 mi piace tantissimo!!! buon we

  • Reply
    Natalia
    22 Novembre 2014 at 13:48

    E' stupenda!!!! Sei sempre bravissima e quei pezzetti arancioni che si intravedono sono proprio belli. E questo formaggio quanto deve essere buono. Troppo simpatico quell'attrezzo!

  • Reply
    conunpocodizucchero Elena
    22 Novembre 2014 at 15:35

    ma che goduria di pane hai sfornato???? mamma mia come te lo invidio! 🙂

  • Reply
    lacassataceliaca
    22 Novembre 2014 at 19:31

    Silvia, anche io lo adoro questo formaggio è davvero squisito, grazie carissima,un abbraccio grande

    Raffaella, grazie mille! magari nel periodo natalizio trovi anche in allegato la girolle e il regalo è ancora più bello! un abbraccio anche a te

    Lati, che carina sei! grazie mille, anche per me questo formaggio è stata una scoperta. Per lunedì tieniti leggera, c'è da ingrassare, bacioni

    Stefania, quando impazzirai e ci andrai dimmelo che ti vengo ad alleggerire all'aeroporto! ha ha ha grazie bascetti

    Ketty, dolcissima fanciulla, grazie! bacioni

    Paola, felicissima io! bacioni e grazie

    Enza, ha ha ha grazie tesoro! un vero bijou sei con me, baciotti a te

    Federica, grazie carissima, un bacione grande e buon we

    Natalia, uau! grazie mille tesoro! bacioni

    Elena, hihihi e io invidio le dolcezze che sforni! bacioni e grazie

  • Reply
    ricettesenzaglutine
    22 Novembre 2014 at 20:39

    Bellissima!!!

  • Reply
    pastaenonsolo.it
    22 Novembre 2014 at 20:44

    brava a tua sorella che ti ha dato la possibilità di conoscere questo formaggio, che io non ho mai provato, e complimenti a te per questa splendida treccia. un abbraccio,

  • Reply
    Daniela
    23 Novembre 2014 at 21:10

    Ma che brava sorella che hai 🙂
    Questa treccia è così invitante che mi viene voglia di dare un morso al monitor!!!!!
    Bravissima.
    Un bacio

  • Reply
    Any
    24 Novembre 2014 at 15:58

    Meravigliosa da vedere e sono sicura che sia di un buono……….Quel formaggio mi piace, poi è bello da portare in tavola così con quel aggeggio!
    Ti abbraccio Sonia, a presto!

  • Reply
    Deliziandovi.it
    26 Novembre 2014 at 15:05

    Una bontà questa treccia! Complimenti!
    Eli

  • Reply
    lacassataceliaca
    26 Novembre 2014 at 15:39

    Alessia, grazie mille carissima!

    Giovanna, ma grazie a te tesoro, bacioni

    Daniela, ha ha ha io non te lo pago il dentista eh! ha ha ha grazie mille e bacioni

    Any, si infatti è proprio buon e bello da vedere, grazie carissima a tanti bacioni a te

    Eli, grazie infinite!

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.