crostate/ Dolci/ video ricetta

Crostata con le susine senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Crostata con le susine e crema frangipane senza mix commerciali e con video

Crostata con le susine senza glutine - La Cassata Celiaca

Crostata con le susine senza glutine – La Cassata Celiaca

La crostata con le susine è un dolce semplicissimo ma estremamente goloso.

Composto da una frolla setosa e friabile, da una crema frangipane alle mandorle e da spicchi di susine, è preparato senza mix commerciali.

Ho trovato la ricetta qui e mi è piaciuta subito.

Crostata con le susine senza glutine - La Cassata Celiaca

Crostata con le susine senza glutine – La Cassata Celiaca

Poiché faceva troppo caldo per realizzare la pasta sfoglia in casa e poiché non mi andava di usarne una confezionata, ho scelto di usare la pasta frolla a base di zucchero a velo che è magnifica.

Si prepara in pochi minuti e poi si aspetta il riposo in frigo, mentre si prepara la crema.

Nulla di più semplice.

Crostata con le susine senza glutine - La Cassata Celiaca

Crostata con le susine senza glutine – La Cassata Celiaca

Ho usato delle susine rosse che sembravano pesche, tanto erano enormi, ma voi potete usare le susine che trovate o che preferite.

Il dolce è molto buono e vi dirò che nei giorni successivi, conservato in frigo, è decisamente più buono perché si compattano sia la frolla che la crema.

Vi lascio alla video ricetta: se il video vi è piaciuto, potete manifestarlo con un “mi piace” e, se le mie ricette vi sono di qualche aiuto, potete supportare il mio impegno iscrivendovi al mio canale YouTube ed attivando la campanella delle notifiche, così riceverete una mail ad ogni nuova ricetta. È gratuito.

Felice settimana, enjoy!


Crostata con le susine senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti per uno stampo da 24 cm

per la pasta frolla:

135 g farina di riso finissima*

60 g fecola di patate*

60 g farina di miglio (oppure di sorgo, oppure tapioca)*

3,5 g xantano

125 g burro

50 g uovo

60g zucchero a velo*

per la crema frangipane:

burro a temperatura ambiente 100 g

zucchero 100 g

2 uova medie (100 g)

fecola* 100 g

farina di mandorle fine* 100 g

susine

*Gli ingredienti contrassegnati con l’asterisco devono essere certificati senza glutine

 

Procedimento

Prepara la pasta frolla.

Versa tutte le farine e lo xantano in una ciotola e miscelali.

Unisci lo zucchero ed il burro a cubetti e miscelali tra di loro finché la farina non avrà assunto l’aspetto di sabbia bagnata (sabbiatura).

Infine unisci l’uovo ed impasta.

Otterrai una frolla molto morbida che dovrai avvolgere in pellicola, appiattirla (serve a farla raffreddare prima) e mettere in frigo per un’ora (puoi anche prepararla uno o due giorni prima).

Scalda il forno a 180°.

Riprendi la frolla ormai ben fredda dal frigo e stendila nello stampo.

Il mio stampo ha i bordi svasati, alla base misura 24 cm e nella parte superiore 26 cm.

Crea dei bordi alti circa 2 cm e ritaglia l’eventuale eccesso di pasta.

Bucherella la pasta con i rebbi di una forchetta e coprila con un foglio di carta da forno.

Riempi il foglio con ceci secchi, fagioli secchi, sfere di cottura in ceramica oppure, come ho fatto io, sistema delle piccole pietre dal fondo piatto.

Cuoci la frolla in bianco per 15 minuti.

Tira fuori la frolla dal forno e con delicatezza rimuovi prima i pesetti che hai usato e poi la carta da forno.

Prepara la crema.

Versa il burro molto morbido in ciotola ed unisci lo zucchero.

Miscela il tutto con una frusta finché non otterrai una cremina.

A questo punto incorpora prima un uovo per volta e poi le polveri.

Mescola per bene in modo da ottenere un composto fluido e senza grumi.

Versa la crema nello stampo e decora la superficie con le susine ben lavate, asciugate e tagliate a spicchi non troppo sottili.

Cuoci la crostata per circa 45 minuti.

Una volta cotta, aspetta che sia tiepida prima di sformarla perché la frolla è molto fragile da calda.

Puoi lucidare la frutta con della gelatina alimentare a freddo oppure, come ho fatto io, con una confettura (priva di frutta in pezzi) fatta in casa.

Spolvera con zucchero a velo e attendi che sia del tutto fredda prima di consumarla.

Consigli

La torta è più buona da fredda, ti consiglio di riporla in frigo per qualche ora prima di degustarla.

Se non hai voglia di usare il mix casalingo, puoi usare un mix per pasta frolla commerciale.

Io ho usato una confettura di zucca, ma puoi usarne anche una di albicocche: se ha pezzi di frutta al suo interno, ti basterà frullare la parte che vuoi usare.

Lucidare la frutta la rende più bella e la fa resistere di più senza appassire.

La torta resiste in frigo anche tre giorni, ben coperta.

Le pietre che uso per la cotura in bianco le ho scelte in modo che avessero il fondo piatto e non fossero troppo pesanti.

Le ho lavate e le conservo in un contenitore apposito destinandole solo a questo uso alimentare, ma senza mai metterle a contatto con il cibo.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.