Pane

Cornetti di pane al formaggio senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Cornetti con lievito madre e formaggi gluten free

Cornetti di pane al formaggio senza glutine - La Cassata Celiaca

Cornetti di pane al formaggio senza glutine – La Cassata Celiaca

I cornetti di pane al formaggio sono dei morbidissimi e golosi bocconcini da preparare per un aperitivo, per un brunch oppure per una scampagnata.

Sono piccoli e molto graziosi e, se preparati in dimensioni ancora più ridotte, si prestano benissimo come finger food.

Cornetti di pane al formaggio senza glutine - La Cassata Celiaca

Cornetti di pane al formaggio senza glutine – La Cassata Celiaca

Possono essere consumati al naturale perché il sapore del formaggio si sente abbastanza bene, ma possono essere imbottiti con salumi di vario genere ed essere serviti ad esempio durante le feste di compleanno, oppure portate in ufficio o a scuola.

Non presentano alcuna difficoltà nella preparazione. Essendo a base di lievito madre hanno solo una lunga lievitazione che si svolge per lo più in frigo.

Poi bastano 5 minuti per dargli la forma di un croissant e sono pronti per essere infornati.

Cornetti di pane al formaggio senza glutine - La Cassata Celiaca

Cornetti di pane al formaggio senza glutine – La Cassata Celiaca

Sono talmente buoni che sarà impossibile non mangiarne almeno tre di fila!

Sono finite le feste, è vero, ma si è appena aperta la stagione dei pic-nic, delle gite fuori porta e dei weekend in campagna.

Quindi, sbizzarritevi!

Enjoy.

 


Cornetti di pane al formaggio senza glutine - La Cassata Celiaca

Ingredienti per circa 10-12 cornetti:

Primo impasto.

150 g lievito madre senza glutine

150 g acqua

1 cucchiaino di miele

150 g Miscela per pane senza glutine Le farine dei nostri sacchi

Secondo impasto:

150 g acqua

80 g Glutafin Select miscela senza glutine

70 g Miscela per pane senza glutine Farmo Fibrepan

2 cucchiai di olio  d’oliva

5 g sale

per la finitura:

formaggi vari ( auricchio piccante, emmenthal, etc…)

semi misti (semi di lino, semi di papavero, semi di chia etc…)

latte per la pennellatura

 

Procedimento:

Versa il lievito madre, l’acqua, il miele e la miscela per pane in una ciotola.

Mescola anche con un cucchiaio di legno in modo da ottenere un impasto appiccicoso e senza grumi, copri con un canovaccio pulito e aspetta che la pasta inizi a gonfiare leggermente.

Quando vedi che ci sono tante bollicine nella pasta, prosegui con il secondo impasto.

Unisci le miscele rimanenti, l’acqua, il sale e impasta per bene e a lungo, in modo da rimuovere tutti i grumi.

Infine incorpora l’olio.

Copri la ciotola con pellicola e poi con uno strofinaccio e metti la ciotola in un luogo tiepido per circa tre ore.

Vedrai che l’impasto (a casa mia c’erano 20°) inizierà a gonfiare e a quel punto potrai riporre la ciotola in frigo per tutta la notte (per circa 10 ore).

L’impasto nel frigo continuerà a lievitare.

L’indomani infarina con molto bene una spianatoia con farina di mais finissima senza glutine e adagia l’impasto che sarà molto soffice e appiccicoso.

Se usi una spatola (tarocco) unta non dovrai nemmeno toccare l’impasto con le mani, riuscirai a gestirlo infarinandolo spesso e usando il tarocco.

Taglia dei bocconi di circa 60 o 70 g l’uno ( i miei sono di 75 g).

Sulla spianatoia sempre infarinata, dai ai bocconcini una forma triangolare e uniforme il più possibile.

Nel frattempo scalda il forno a 250° in modalità statica.

Disponi sulla base del triangolo dei piccoli pezzetti di formaggio e arrotola la pasta (con delicatezza perché è davvero molto morbida) dando la forma ai cornetti.

Riponili man mano su di una teglia coperta da carta da forno.

Pennellali con delicatezza con un poco di latte e cospargili con i semi.

Inforna la teglia nella parte centrale del forno e abbassa subito la temperatura a 200°.

Cuoci per 20′ circa.

Cornetti di pane al formaggio senza glutine - La Cassata Celiaca

 

Note:

Ho usato il primo impasto come sostituto del rinfresco.

Mi era rimasto del lievito madre rinfrescato parecchie volte per la colomba e lo avevo riposto in frigo.

Dopo circa 6 giorni, l’ho messo a temperatura ambiente e ha iniziato a gonfiarsi un pochino, emanando il tipico odore del lievito. A quel punto ho continuato con il primo impasto, quindi di fatto è stato un rinfresco più elaborato del solito, nel quale ho inserito il miele e un mix al posto della solita farina di riso finissima.

Se vuoi invece rinfrescare il tuo lievito madre, procedi col rinfresco e quando ha raddoppiato il suo volume, procedi col primo impasto.

Se cambi miscele gluten free dovrai fare attenzione alla quantità di acqua che userai nel secondo impasto, il primo lo puoi lasciare tale e quale al mio.

Io impasto sempre a mano usando i guanti usa e getta, questo mi permette di capire quando l’impasto è molto liscio e senza grumi e quando gli addensanti come lo xantano o il guar si sono attivati grazie alla giusta idratazione; in totale impasto per circa 20 minuti. Ma se disponi di una planetaria e vuoi usarla, fa pure.

Per altre idee dello stesso genere clicca qui.

 

 

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Natalia
    4 aprile 2018 at 15:07

    Se davanti mi metti un dolce e questi cornetti qua sta sicura che io mi fiondo solo su questi e il dolce neanche lo guardo.

    • Reply
      Sonia
      4 aprile 2018 at 20:24

      ahhahahaha quoto!! mi credi se ti dico che per l’assaggio ne ho mangiati 4? marò troppo buoni!! baci cara e grazie

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.