Non categorizzato

Spianata con le verdure, senza glutine


Ingredienti:
300 g farina (per me preparato per pane e pizza senza glutine Molino Dallagiovanna)
240 g acqua
150 g lievito madre senza glutine
5 g sale
per il condimento:
1 peperone rosso
1 melanzana nostrana
10 pomodorini ciliegino
basilico
olio d’oliva
mozzarella

Tempo di preparazione (senza la lievitazione):  30′
Occhei ci ho provato e non se ne abbiano a male i sardi!
Confesso di non conoscere la spianata sarda, quindi non so che consistenza abbia, se somigli o meno alla piadina e quindi vogliate perdonarmi eventuali errori.
La ricetta della spianata che ho trovato su internet prevede il lievito madre e poiché ne ho uno bello arzillo l’ho usato dopo averlo rinfrescato poche ore prima.
Il risultato? La spianata è molto buona ma la consistenza non è proprio perfetta secondo me, croccante ai bordi e leggermente gommosa al centro, non so ancora dire se è per colpa della farina usata o della cottura che ho prolungato per far colorire la superficie, farò altri tentativi. Inoltre non so se sia del tutto necessario il lievito madre nel mio caso sglutinato, perché forse con del lievito di birra avrei ottenuto un prodotto più leggero e lievitato, ma anche su questo farò delle prove e poi ve lo racconterò.
La versione con la spianata ricoperta di verdure mi pare di averla vista su Giallo zafferano ma non sono più riuscita a trovarla, per cui ci sono andata a memoria per lo più.
Nell’insieme è un piatto davvero buonissimo, molto saporito e ricco di gusto, se la spianata fosse stata leggermente più “piadinosa” sarebbe stato da 10 e lode.
Alla prossima, ciao.
Preparazione:
– La sera precedente rinfrescare il lievito madre e procedere con l’impasto della spianata.
–  Ottenuto un panetto liscio, coprirlo e lasciarlo lievitare finché non raddoppia o anche triplica.
– Pesare la pasta e dividerla in pezzature da 200 g ciascuna (io ne ho fatta solo una, preparando un pane semplice con la pasta rimanente).
– Stendere con il mattarello fino ad ottenere dei dischi molto sottili, riporli su carta forno e lasciare lievitare altre 3 ore almeno.
– Cuocerli alla massima temperatura del forno, oppure su pietra refrattaria, finché la pasta non fa le bolle in superficie colorendosi (per me circa 10′). 
– Nel frattempo in una padella versare dell’olio d’oliva e saltare le verdure lavate e tagliate a cubetti o a julienne, aggiungendo per primi i peperoni, poi la melanzana e infine i pomodori.
– Insaporire con l’insaporitore (contiene già del sale) e infine aggiungere il basilico spezzato con le mani.
– Continuare la cottura finché la verdura non è cotta ma ancora croccante.
– Adagiare la spianata sul piatto, condire con le verdure e la mozzarella sbriciolata e un poco di basilico e servire.

You Might Also Like

5 Comments

  • Reply
    Stefania
    17 Settembre 2014 at 6:12

    A parte la gommosita' che non si vede secondo me era buonissima 😉
    Se la farina che hai usato non ti ha dato questo problema anche con la pizza forse è stata proprio la cottura prolungata la responsabile o forse ancora la consistenza, boh
    … Provaci ancora Giacomina!
    In ogni caso è così invitante che quasi quasi accetterei ihihih!
    Baciiii

  • Reply
    pastaenonsolo.it
    17 Settembre 2014 at 8:15

    l'aspetto è decisamente invitante, saranno i colori, ma a me sembra perfetta. Un bacione.

  • Reply
    lacassataceliaca
    17 Settembre 2014 at 14:22

    Stefania, si ho già provato un'altra volta ma era decisamente peggio…proverò ancora…grazie e bacetti

    Giovanna, grazie mille e un bacione anche a te

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    18 Settembre 2014 at 19:52

    mi piacciono questi post "sperimentali" sono davvero utili con le nostre farine.
    l'aspetto è comunque splendido!
    bravissima as usual

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.