Non categorizzato

Bocconcini di mandorle e amarene

Ingredienti:
250 gr. mandorle pelate
250 gr. zucchero semolato
50 gr. fecola (per me senza glutine Easyglut)
vaniglia
scorza di limone grattugiata
70 gr. albume
amarena Fabbri
qualche goccia di aroma mandorla Graziano 
zucchero a velo (per me senza glutine Easyglut)

Tempo di preparazione: 30 min.
Ogni volta che mia mamma viene a trovarmi mi porta un vassoietto di paste di mandorla  che anche io posso mangiare perchè prive di farina. Il pasticcere che le prepara è stato insignito di premi e riconoscimenti a livello regionale e la cosa mi rende orgogliosa perchè lo conosco da sempre. Ho visto gli esordi e ora che si è affermato, meritatamente, è un punto d’onore per il cittadino di un piccolo paesello nell’entroterra siculo! Io non posso che solo lontanamente provare ad imitarlo e sto cominciando con questi magnifici bocconcini di pasta di mandorle farciti da un’amarena. Io avevo a disposizione le mandorle di famiglia (grazie mamma) e le amarene (grazie Fabbri) e ci ho provato. Bisogna sapere riconoscere la giusta consistenza dell’impasto, per cui consiglierei di aggiungere all’inizio solo 50 gr. di albume e poi aggiungerlo gradatamente per evitare che diventi troppo molle. Spero che dalla foto si capisca il tipo di consistenza che deve avere. Io ho inserito un piccolo pezzetto di vaniglia bourbon che ho mixato con le polveri. Ho provato a cuocere i bocconcini sia al naturale che passati nello zucchero a velo, meglio al naturale perchè se no spaccano in superficie. Io li ho graditi assai, spero piacciano anche  a voi 😉
Preparazione:
– In un robot mixer inserire le mandorle pelate e leggermente tostate, lo zucchero, la vaniglia, la fecola e la scorza di limone bio grattugiata.
– Quando il tutto si è ridotto in farina, inserire l’albume, l’aroma mandorla e continuare a mixare.
– Versare la pasta in una ciotola, inumidirsi un poco le mani e con poco impasto per volta formare delle palline.
– Schiacciare le palline e adagiare un’amarena sgocciolata dallo sciroppo al centro, richiudendo con cura. 
– Adagiare le palline su teglia coperta da carta forno e cuocere a 180° per 10/12″.
– Aspettare che raffreddino prima di spostarle. 
– Si possono conservare per giorni in un contenitore di latta.

You Might Also Like

25 Comments

  • Reply
    La cucina di Tatina
    18 Maggio 2012 at 17:42

    Sonia, questi dolcetti sono fantastici!!! Fra l'altro il dolce delle mandorle fa da perfetto contrasto all'aspro delle amarene, ed è un anche un bel colpo d'occhio per i colori degli ingredienti! Complimenti davvero!!

  • Reply
    Mariabianca
    18 Maggio 2012 at 18:00

    Che buoni!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Li voglio fare anch'io!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Reply
    Langolo cottura di Babi
    18 Maggio 2012 at 18:59

    Idea fantastica, mio marito li adorerebbe! Buon weekend, Babi

  • Reply
    luby
    18 Maggio 2012 at 20:54

    Superlativi!!!!

  • Reply
    minpeppex
    18 Maggio 2012 at 22:00

    Tanti anni fa il mio ufficio stava vicino al mercato coperto, dove avevo scoperto un box che vendeva pasticceria sfiziosissima, e in particolare mi ero innamorata di certi dolcetti di mandorle con al centro una ciliegia marasca, che somigliavano tantissimo a questi dolcetti tuoi. La marasca è una specie di amarena, si usa per fare il maraschino… bé, si usano i noccetti veramente 😉
    Comunque, usare un'amarena Fabbri al posto delle marasca non dovrebbe cambiare molto il risultato finale, quindi è probabile che provi a copiarti questa ricetta. Se li faccio, poi ti dico come mi sono venuti… buon weekend!

  • Reply
    La Pozione Segreta - Vale
    19 Maggio 2012 at 11:42

    Fantastici Sonia, sei sempre bravissima, devono essere buonissimi! Un bacio e buon week-end!!

  • Reply
    Stefania
    19 Maggio 2012 at 11:44

    Non ti si può perdere di vista nemmeno per un attimo che ti dai alla pazza gioia con dei piattini deliziosi.
    Queste paste di mandorla mi sembra di conoscerle… Hai davvero raggiunto l'Olimpo della pasticceria!!!
    Super!!!
    Bacioni

  • Reply
    Sonia
    19 Maggio 2012 at 15:42

    Caterina, è vero…contrasta benissimo! grazie mille e buona domenica , bacioni :-X

    Mariabianca, grazieeee falli e poi mi dici 😉 baciii, buona domenica :-XX

    Babi, grazie mille e baci :-X

    Luby, grasssiiieee 😉

    Min, grazie mille 😀 buona domenica :-DD

    Vale, troppo buona 🙂 grazie e bacioni 😀 buona domenica anche a te 😀

    Stefania, hihihi certo che le conosci ;-)) che dici Totò se la prende? 😉 grazie bedda e baciuzzi :-XX

  • Reply
    Enza
    19 Maggio 2012 at 16:32

    quest'oggi mi capita di vedere in vari blog le mie amate amarene…
    deliziosa ricetta…copiata!!
    ciaooo

    • Reply
      Sonia
      19 Maggio 2012 at 17:32

      grazie Enza, è un piacere essere copiata da te 😉 ciauuu

  • Reply
    carmencook
    19 Maggio 2012 at 20:52

    Che bontà!! Mi piacciono tantissimo!!
    Bravissima!!
    Un saluto Carmen

  • Reply
    Mariabianca
    20 Maggio 2012 at 6:25

    Mi fai morire dal ridere con il " nostro siciliano" !!!!
    Buona domenica Soniuccia cara.

  • Reply
    faustidda
    20 Maggio 2012 at 12:35

    Finalmente qualcosa che faccio anch'io! Sonia, non ne potevo più di torte stratosferiche, primi ultragodibili, decorazioni megagalattiche, palloni aerostatici… ogni volta che vengo qui mi fai sentire terra-terra. Ecco, oggi, finalmente posso dire che questa ricetta la conosco; i dolcetti sono buonissimi (anche perché personalmente adoro la "pasta di mandorle") e l'amarena centrale è una sorpresina inaspettata. L'unica differenza è che io non metto la fecola.
    Dunque un dolcetto per questo pomeriggio me lo prendo e me lo porto via (facciamo due; uno lo porto a Tinny, vah) per la pausa-caffè pomeridiana. Ciao e buona domenica!!!
    Un abbraccio

  • Reply
    Sonia
    20 Maggio 2012 at 14:49

    Carmen, ma grazie ;-)) buona domenica ciauuu 😀

    Mariabianca, ha ha ha se no lo scrivo a noi a chi se no? 😉 ti abbraccio cara e buona domenica anche a voi :-XX

    Faustì, dai …non mi fare sentire una tenia! :-(( ma poi senti chi parla?? io mica ho telefonato a Zichichi per sapere come fare il caramello! io sono terra-terra semmai ;-)) hihihi la fecola l'ho messa per caso…volevo un dolcetto che avesse una consistenza diversa dalla solita pasta di mandorle…bla bla bla….vabbè…un caso fu :-DD e riuscito… ora dico 😉 hihihi bacetti e grazie :-XX

    • Reply
      faustidda
      20 Maggio 2012 at 18:58

      beh, fossi in te io a Zichipachizichipù telefonerei! Magari di scienza non ne saprà granché ma di caramello sicuramente sì!!!

    • Reply
      Sonia
      20 Maggio 2012 at 19:04

      ha ha ha :-XX

  • Reply
    Tinny
    20 Maggio 2012 at 18:54

    A parte quelle balette insignificanti che hai fatto, che fiori sono quelli vicini a quelle balette insignificanti (l'ho già detto??)davvero bellissimi??

    • Reply
      Sonia
      20 Maggio 2012 at 19:06

      hihihi ne capisci di botanica neh?!? sono finti ;-)) le ballette sono vere però 😉 hihihi baciuzzi …veri :-XX

  • Reply
    Federica
    20 Maggio 2012 at 19:54

    Adoro i biscotti di pasta di mandorle e questi sono superlativi con quella golosa sorpresa d'amarena. Uno tira l'altro a dir poco ^_^

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    21 Maggio 2012 at 13:33

    semplicissimi e squisiti. con la sorpresa, poi… cosa si può volere di più?

  • Reply
    Sonia
    21 Maggio 2012 at 16:13

    Fede, grazieeeee :-DD

    Gaia, un lucano?? ;-)) grazie cara e baci :-X

  • Reply
    Elena
    22 Maggio 2012 at 12:39

    La semplicità è sorprendente!!! Mi piacciono…continua a sperimentare e noi ad ammirare :)))

    • Reply
      Sonia
      22 Maggio 2012 at 15:47

      ma chi sa…magari non solo ad ammirare… 😉 grassssiiieee :-X

  • Reply
    albaincucina
    26 Maggio 2012 at 14:39

    deliziosa ricetta di facile realizzazione e di sicuro effetto io sono siciliana e adoro i dolci alle mandorle brava

  • Reply
    Sonia
    26 Maggio 2012 at 19:54

    Alba, e siamo due siciliane che apprezzano i frutti della propria terra ;-)) grazie mille e buona domenica 😀

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.