non catégorisé

Torta fragolina

Questo articolo è disponibile anche in: Italiano (Italien)

Ingredienti:
per il biscuit Joconde:
120 gr. farina di mandorle
120 gr. zucchero a velo
40 gr. farina
3 uova
3 albumi
per la crema Chibouste:
90 gr. latte
90 gr. panna
110 gr. tuoli
120 gr. zucchero 
17 gr. maizena
5 gr. gelatina alimentare
110 gr. albumi
70 gr. zucchero
20 gr. zucchero
25 gr. acqua
per la decorazione:
fragoline
per la bagna:
50 gr. zucchero
50 gr. acqua
Tempo di preparazione:  1 h
Preparazione:
Quando preparo da mangiare per gli altri mi preoccupo che tutti rimangano contenti (per quanto possibile). Ricordo i gusti, le preferenze, le intolleranze di tutti ed ritengo che sia una fortuna. Così non rischio di preparare una pizza con melanzane per chi le odia. Idem per i dolci. Ad ogni compleanno festeggiato a casa nostra ci sono almeno due torte (in passato anche 3): una al cioccolato, perchè noi di famiglia lo adoriamo e l’altra con la frutta, le fragoline etc…. per i non patiti del cioccolato. Per il compleanno di mio marito, quindi, ho preparato la torta Setteveli e poi questa che ho chiamato torta fragolina (per non parlare dei 26 calzoni fritti, 16 rollò con wrustel, 24 ravazzatine con ragù, una schiacciata e due teglie di pizza!). 
E’ facilissima e non tanto lunga.
Ho usato come base il biscuit joconde che ho trovato qui.  L’ho trovato fantastico, morbido e saporito, Ho deciso di abbinare la crema chibouste (di Luca Montersino) per non usare la solita panna o la chantilly.
Il giorno prima ho preparato la base mixando la farina di mandorle insieme allo zucchero a velo (per me senza glutine Easyglut) e alla farina (per me farina di riso finissima senza glutine Nutrifree). Ho aggiunto anche le uova e poi ho incorporato gli albumi montati a neve. Ho steso questo composto su di una placca da forno rivestita con carta forno e l’ho cotta a 200° per circa 15″. 
L’indomani mattina ho preparato la crema mettendo a bollire latte, panna e i semi di mezza bacca di vaniglia. A parte ho lavorato tuorli, zucchero e amido (per me amido di riso senza glutine Easyglut) e poi ho versato su questo composto il latte caldo. Ho rimesso sul fuoco e aspettato che rapprendesse. Ho spento il fuoco e aggiunto 5 gr. di gelatina alimentare precedentemente ammollata in acqua fredda e ben strizzata. Ho iniziato a montare gli albumi con 20 gr. zucchero mentre portavo 75 gr. di zucchero e 25 gr. acqua a 121° . Ho versato questo sciroppo a filo sugli albumi e poi ho aumentato la velocità al massimo, lasciando montare finchè non ho ottenuto una meringa italiana, gonfia e tiepida. Ho aggiunto un poco di meringa alla crema per “smollarla” e poi ho versato la crema ancora calda sulla meringa, ho mescolato per bene e lasciato riposare una decina di minuti. Ho preparato infine lo sciroppo comune per la bagna, portando a bollore acqua e zucchero e aggiungendo alla fine un paio di gocce di aroma maraschino di Graziano (senza glutine).
Ho coppato il biscuit joconde in un disco, l’ho inserito in un cerchio poggiato sul vassoio e foderato nei bordi con la banda di acetato. Ho pennellato la base con lo sciroppo e ho ricoperto la base con un generoso strato di crema. Ho coperto questa con le fragoline e ho ripetuto l’operazione un’altra volta, distribuendo, questa volta, la crema con una sacca da particceria munita di bocchetta. Ho decorato con le fragoline e conservato in frigo un paio d’ore. Ho tolto il cerchio, l’acetato e ho spalmato i bordi con la crema rimasta. Ho infine decorato i bordi con un nastro rosso. E’andata a ruba! ne sono rimaste due fettine che ci siamo pappate mia mamma ed io l’indomani. L’interno è molto morbido e goloso.

You Might Also Like

28 Comments

Leave a Reply

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.