Dolci/ Natale

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati

Questo articolo è disponibile anche in: Français (Francese)

Panettone tradizionale con uvetta e canditi con Oro Grandi Lievitati di Ori di Sicilia

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati - La Cassata Celiaca

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati – La Cassata Celiaca

Ed eccolo, il meraviglioso Panettone tradizionale senza glutine con uvetta e canditi.

Lo ammetto, io non sono ero fan del panettone tradizionale, i canditi non mi fanno impazzire e nel panettone li toglievo sempre.

Poi ho scoperto Mena e i suoi straordinari video e ho deciso di cimentarmi nella canditura delle arance.

Ho sempre temuto questa preparazione, la ritenevo difficilissima ma Mena mi ha permesso di riuscirci e di ottenere delle arance candite meravigliose.

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati - La Cassata Celiaca

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati – La Cassata Celiaca

In quale modo migliore potevo usarle se non in questo stratosferico panettone?

Ancora una volta la Miscela Oro Grandi Lievitati di Ori di Sicilia si è rivelata formidabile, dandomi modo di sfornare un panettone con i contro fiocchi.

Il procedimento è sempre lo stesso, quello che vi ho mostrato qui, qui e qui.

Quello che cambia è l’aromatizzazione e le sospensioni.

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati - La Cassata Celiaca

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati – La Cassata Celiaca

Tutto si è svolto nei tempi previsti e la lievitazione è stata impeccabile.

Il panettone ha lievitato benissimo sia prima che in cottura e ha fatto la bellissima cupoletta con il taglio a croce che si è aperto alla perfezione.

Dopo essere stato a testa in giù circa 4 ore e rinchiuso in un sacchetto per 24 ore, era sofficissimo e profumato.

Mi emoziono sempre al primo taglio.

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati - La Cassata Celiaca

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati – La Cassata Celiaca

Il timore del fallimento è sempre in agguato.

Stavolta ho tagliato a metà l’intero panettone e il colpo d’occhio è stato davvero bello.

Ma non è solo estetica, quella che sembra una fetta soffice come una nuvola lo è davvero e il panettone è buonissimo.

Intanto acquistate la miscela sullo shop on-line di Ori di Sicilia dove troverete la confezione da 1 kg e quella da 15 kg per i professionisti e poi provatelo… garantisco che non ve ne pentirete.

Felice settimana, enjoy!


Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati - La Cassata Celiaca

Ingredienti per un panettone tradizionale da 1 kg

500 g Miscela Oro Grandi lievitati senza glutine Ori di Sicilia

65 g acqua

360 g uova (circa 7 uova medie)

80 g burro morbido (oppure margarina)

12 g lievito di birra fresco

10 g olio di girasole

30 g zucchero (oppure miele)

2 g sale

60/70 g uvetta

rum

50 g canditi (per me arancia candita in casa)

per l’emulsione aromatica:

10 g burro morbidissimo

10 g rum

1 cucchiaio di estratto di vaniglia (oppure i semi di una bacca di vaniglia)

10 g miele

1 cucchiaio di scorza grattugiata di arancia (oppure un cucchiaio di scorza di arancia candita frullata)

 

Procedimento

Prepara l’emulsione la sera prima.

Versa in una ciotola  il rum, la vaniglia, la scorza di arancia grattugiata, il miele e il burro morbidissimo e mescola benissimo oppure frulla con un tritatutto.

Io ho usato l’arancia candita fatta in casa, ma puoi usare dell’arancia candita confezionata, basta che sia di buona qualità.

Copri e conservala in frigo.

L’indomani tira fuori dal frigo l’emulsione un’ora prima di iniziare ad impastare.

Sciacqua l’uvetta in acqua tiepida più volte fino a che l’acqua non risulterà limpida.

Tampona l’uvetta con carta assorbente, versala in una ciotola e bagnala con qualche cucchiaio di rum.

Mescola e tieni da parte per circa un’ora.

Versa la miscela nella ciotola della planetaria e unisci lo zucchero e  l’acqua tiepida nella quale hai fatto sciogliere il lievito.

Inizia ad impastare con il gancio foglia.

In mancanza di planetaria, puoi usare una frusta elettrica munita di ganci, ma dovrai impastare un po’ più a lungo.

Aggiungi le uova nella ciotola, unendo anche l’olio e lasciando che la macchina impasti prima a bassa velocità e poi a velocità superiore per circa 10 minuti.

Una volta le uova ben incorporate, unisci il burro molto morbido, l’emulsione aromatica e impasta ancora per circa 6 o 7 minuti.

Infine unisci l’uvetta che ormai si sarà ammorbidita grazie al rum e i cubetti di arancia candita o di scorza d’arancia candita.

Nel caso di arancia candita, specie se fatta in casa e immersa nel suo sciroppo, dovrai tagliarla a cubetti, tamponarla bene per rimuovere l’eccesso di sciroppo prima di versarla nell’impasto.

Lascia impastare per un paio di minuti.

Ungi molto bene un foglio di carta da forno o un silpat e versa l’impasto.

Sulla carta da forno e aiutandoti con le mani unte oppure con un tarocco unto, dai delle pieghe all’impasto, più volte, in modo da avere una superficie liscia.

Fai scivolare l’impasto nel pirottino alto da 1 kg e, con le mani unte, dai una forma regolare il più possibile.

Insisti un poco in questa procedura, perché se hai una superficie liscia adesso, lo resterà anche in lievitazione e in cottura.

Con una spatolina unta, premi un poco sui bordi, in modo da infossarli e far sì che la parte centrale risulti un poco più bombata.

Copri con pellicola e lascia lievitare fino a che l’impasto non arriva ad un paio di centimetri sotto il bordo.

Con una temperatura in casa di 19° per me ci sono volute sei ore.

Puoi anche riporre lo stampo in forno con la sola lucetta accesa, ma evitando di superare i 26° altrimenti il burro inizia a sciogliersi.

Non appena il panettone risulta quasi alla giusta lievitazione, scalda il forno in modalità ventilata a 150° oppure in modalità statica a 160°, posizionando la griglia sulla penultima posizione dal basso.

Subito prima di infornare il panettone, con una lametta pratica l’incisione a croce al centro e poggia un cubetto di burro.

Cuoci il panettone per circa 60 minuti, massimo 65 minuti, non oltre altrimenti asciuga troppo.

Subito dopo averlo sfornato, infilzalo alla base con lo spillone apposito, capovolgilo e poggialo su dei supporti in modo che resti sospeso, lasciandolo raffreddare a testa in giù per svariate ore.

Io non ho lo spillone, ho usato delle stecche di acciaio e l’ho poggiato su dei supporti improvvisati.

Quando è ben freddo, chiudilo nell’apposito sacchetto per panettoni e lascia che insaporisca per 12/24 ore prima di consumarlo.

Sai che, per servire correttamente il panettone, è buona norma rimuovere interamente il pirottino di carta prima di affettarlo?

Panettone tradizionale senza glutine con Oro Grandi Lievitati - La Cassata Celiaca

Articolo sponsorizzato

 

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.