Pizza/ video ricetta

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Pizza savoyarde come una tartiflette

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta - La Cassata Celiaca

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta – La Cassata Celiaca

La pizza savoyarde è una pizza che somiglia molto ad una tartiflette, per l’esattezza è una tartiflette sopra una pasta per pizza.

Non ne conoscevo l’esistenza e l’ho scoperta per caso nel blog di Aux délices du palais.

Ho pensato di farla ma con una base per pizza leggermente più alta, come se fosse una pizza in teglia e usando un solo mix in modo che tutti possano rifarla senza grandi difficoltà.

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta - La Cassata Celiaca

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta – La Cassata Celiaca

La ricetta è davvero molto facile, si perde solo un pochino di tempo in più per cuocere la cipolla ma per il resto non presenta alcuna difficoltà.

È una pizza ricchissima, condita con panna, patate, cipolla, pancetta, formaggio e mozzarella.

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta - La Cassata Celiaca

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta – La Cassata Celiaca

In circa due ore e mezza, massimo tre, la pizza sarà pronta.

È super soffice e, mi dicono, non si sente che si tratta di un  lievitato senza glutine.

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta - La Cassata Celiaca

Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta – La Cassata Celiaca

Voi potete stenderla più sottilmente, se vi piace in stile “pizza napoletana”, sarà squisita in ogni caso.

Vi allego qui la video ricetta, sperando che possa essere d’aiuto a qualcuno.

Enjoy!


Pizza savoyarde senza glutine con videoricetta - La Cassata Celiaca

Ingredienti per una pizza

150 g Mix per pizza senza glutine Nutrifree

130 g acqua

2 g lievito di birra fresco (oppure 1 g di lievito secco)

2 g sale

1 cucchiaio di olio d’oliva

per il condimento:

1 cipolla

50 g pancetta

100 ml panna da cucina (certificata gluten free)

1 patata bollita

50 g mozzarella

emmenthal a fette (o altro formaggio che fonde)

emmenthal râpé (o altro formaggio che fonde)

olio d’oliva

pepe

 

Procedimento

Prepara la pizza versando il mix, il lievito e l’acqua in una ciotola ed impastando per bene finché non ottieni una pasta liscia e senza grumi.

Unisci il sale e l’olio ed impasta ancora per qualche minuto.

Ungi la ciotola e dai alla pasta una forma sferica.

Copri la ciotola con pellicola e lascia lievitare per circa 1 e mezza, due, dipende dalla temperatura che hai in casa.

Nel frattempo cuoci la cipolla.

Affetta la cipolla finemente e trita la pancetta.

Fai stufare entrambe in padella con poco olio d’oliva, la cipolla deve diventare traslucida ma non abbrustolirsi.

Metti da parte.

Accendi il forno alla massima temperatura consentita lasciando nella parte inferiore la pietra refrattaria (oppure una placca da forno).

Stendi la pizza su un foglio di carta da forno infarinando con farina di riso finissima (che io non avevo e che ho sostituito con farina di mais finissima, ma non è la stessa cosa).

Lascia il bordo leggermente più spesso e condisci la pizza con la cipolla e la pancetta.

Inforna la pizza direttamente sulla pietra con tutta la carta da forno per 5 o 6 minuti, dipende dalla temperatura del tuo forno.

La pizza dovrà pre-cuocere e al tatto non risultare cruda nei bordi.

Tira fuori la pizza dal forno e termina di condirla.

Condisci con la panna, la patata tagliata a cubetti, le fettine di formaggio, il formaggio râpé e la mozzarella sbriciolata.

Un pizzico di pepe e di nuovo in forno per circa 6 o 7 minuti, in modo che il formaggio sia del tutto fuso e il bordo risulti colorito.

 

Consigli

Puoi usare il mix per pizza che usi di solito, se non riesci a trovare questo.

Scegli tu lo spessore che preferisci, puoi anche cuocerla in teglia.

Più è alta la temperatura del forno e meno dura la cottura ma, se hai un forno ventilato, lo puoi usare per gli ultimi minuti in modo da ottenere un bordo ben colorito e croccante.

Se il formaggio dovesse cuocere troppo, copri la pizza con dell’alluminio.

È buonissima anche tiepida.

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.