Antipasti

Paris Brest con robiola e pomodori senza glutine

Cet article est disponible en: Français (Francese)

Paris Brest con robiola e pomodori senza glutine-La Cassata Celiaca

Paris Brest con robiola e pomodori senza glutine, ovvero un antipasto davvero carino e super goloso.

Torno ancora sul discorso del riutilizzo delle preparazioni avanzate e su come si possano preparare piatti molto buoni con pochi passaggi.

Paris Brest con robiola e pomodori senza glutine-La Cassata Celiaca

Paris Brest con robiola e pomodori senza glutine-La Cassata Celiaca

Lunedì è il giorno del dolce, quindi dovete pazientare, ma oggi vi mostro come una ricetta versatile e “anonima” come la pasta bignè usata per un dolce e avanzata possa solleticare la vista e il palato tanto quanto una preparazione zuccherata.

Ho già preparato una versione dolce del Paris Brest e potete rivederla qui, con relative foto passo passo della formatura delle “ruote”.

Infine, ho girato anni fa il video della pasta bignè, ve lo incorporo qui in modo che possiate capire che consistenza deve avere la pasta.

Enjoy!

 


Paris Brest con robiola e pomodori senza glutine-La Cassata Celiaca

Ingredienti per 4 persone

per la pasta bigné di Omar Busi:

62,50 g acqua

62,50 g latte

85 g burro

un pizzico di sale

130 g uova

70 g farina (per me 35 g farina di riso finissima, 20 g fecola, 20 g maizena tutto senza glutine)

per la farcia:

500 g robiola (o altro formaggio spalmabile)

2 cucchiai di prezzemolo tritato

pepe nero

16 pomodorini ciliegino

semi di papavero

 

Procedimento

Preparare la pasta bignè.

Versare acqua, latte, sale e burro a pezzetti in una casseruola e fare fondere il burro.

Quando arriva a bollore versare tutta la farina e mescolare con un cucchiaio, finché la pasta non si ammassa formando una palla.

Cuocere la pasta per un paio di minuti, versarla in una ciotola e aspettare una decina di minuti in modo che abbassi un poco la temperatura.

Incorporare le uova poco per volta, montando con una frusta elettrica.

Ottenuto un impasto morbido e omogeneo (vedere il video per capire che consistenza deve avere la pasta), versarlo in una sacca da pasticceria munita di beccuccio liscio.

Imburrare una placca e formare delle ruote, distribuendo piccole noci di impasto (8 per ruota) una accanto all’altra.

Distanziare le ruote perché in cottura triplicano di volume.

Con le dita bagnate abbassare le punte di impasto che sporgono,

Infornare a 200° per 3′ e poi abbassare a 180° e cuocere fino a che non siano asciutti e croccanti (nel mio forno circa 35′).

Lasciare raffreddare.

In una ciotola mescolare la robiola con il prezzemolo e il pepe.

Tagliare le ruote a metà e farcire ogni bignè con della farcia.

Tagliare a metà i pomodorini lavati e asciugati e posizionarne una metà su ogni mucchietto di formaggio.

Chiudere con la calotta superiore della ruota.

Farcire la sommità con piccoli mucchietti di formaggio, spolverare con semi di papavero e servire.

 

Cet article est disponible en: Français (Francese)

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Stefania
    24 Febbraio 2016 at 12:45

    Io non soffro il solletico ma il mio palato sì, al dolce e al salato senza distinzione alcuna!
    Negli ultimi giorni ti sei lanciata in preparazioni d’oltralpe, brava! Peccato che a me non avanzi mai nulla che possa avere utilizzi così interessanti…
    Baciii

    • Reply
      lacassataceliaca
      24 Febbraio 2016 at 19:13

      ha ha ha! si lo sai che ho un debole per le cose oltralpe 😉 vieni da me che qui avanzano,…grazie e baciuzzi

  • Reply
    rosa maria zito
    24 Febbraio 2016 at 19:47

    Sonia!!! che bella idea, che bella ricetta!!! mi piace mi piace mi piace tanto! e pensare che da tanto tempo sognavo un bignè a ciambella ma mai avrei pensato di farlo così, con tante palline attaccate, è bello da vedere, facile da sporzionare, divertente da fare!!! è proprio una gran bella ricetta! me la copio! bravissima, come sempre! un abbraccio da una tua ammiratrice

    • Reply
      lacassataceliaca
      26 Febbraio 2016 at 18:05

      ma che carina sei! grazie mille! è vero, è facile da porzionare, ognuno prende i bignè che vuole! ti abbraccio forte anche io e grazie davvero!

  • Reply
    Paris Brest con namelaka al cioccolato di Omar Busi | La cassata celiaca
    29 Febbraio 2016 at 6:59

    […] si spiega perché mi è avanzata della pasta choux la settimana scorsa, non è che io qui sforni sta robina tutti i giorni, ma avendo prodotto più bignè di quanti me ne […]

  • Reply
    fimère
    29 Febbraio 2016 at 19:54

    un Paris-Brest salé excellente idée vraiment un régal
    bonne soirée

  • Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.