non catégorisé

Arancine nere ai funghi

Questo articolo è disponibile anche in: Italiano (Italien)

Ingredienti:
riso Venere
cipolla
prezzemolo
funghi misti
pancetta a cubetti
peperoncino
vino bianco
sale
olio
burro 
formaggio grattugiato
pangrattato
uova
olio per friggere

Tempo di preparazione: 1h
Preparazione:
Il giorno di Santa Lucia sulle tavole siciliane potete trovare la cuccia e le arancine (o arancini). La cuccia, essendo preparata con il grano, è off limits per noi celiaci, ma ci consoliamo fin troppo bene con le infinite varietà di arancine. Il ripieno varia a seconda dei gusti: ragù, besciamella e spinaci, besciamella e salmone, al burro, arancine dolci al cioccolato e chi più ne ha più ne metta! La sola cosa a non variare è il tipo di riso, di solito a chicco piccolo e bianco. Ieri la Elenuccia mi ha regalato il riso Venere e l’ho gradito moltissimo perchè non l’ho mai mangiato. La prima cosa che ho pensato di fare sono state le arancine 🙂 
Ed eccomi qui a condividerle con voi.  L’ideale sarebbe consumarle per Santa Lucia oppure come antipasto in qualsiasi altro giorno.
Ho lasciato bollire il riso in acqua salata per 45 minuti, proprio come consigliato sulla confezione. Ho tritato la cipolla e l’ho fatta soffriggere in casseruola con i cubetti di pancetta dolce senza glutine. Ho aggiunto il prezzemolo tritato e una manciata di funghi misti surgelati. Ho aggiunto il peperoncino e un pizzico di sale e infine ho sfumato con poco vino bianco. Ho lasciato cuocere a fiamma moderata finchè i funghi sono diventati morbidi. Ho aspettato che diventassero freddi e li ho tritati grossolanamente col coltello. Ho scolato il riso e ho l’ho condito con una noce di burro e del fromaggio grattugiato. Ho aspettato che intiepidisse e ho cominciato a fare le arancine. Le ho volutamente fatte piccine, meno della metà del normale, circa 3/4 cm di diametro. Le ho riempite con un pò di funghi tritati, ho compattato bene e le ho passate prima nel pangrattato (per me senza glutine Aglutèn), poi nell’uovo battuto e poi di nuovo nel pangrattato. Le ho fritte in abbondante olio caldo. Io ho usato solo 100 gr. di riso e ho preparato 6 mini arancine. Ho evitato di preparare una besciamella ben densa nella quale mescolare i funghi tritati, perchè volevo sentire solo il sapore dei due ingredienti primari, ma voi siete liberi di scegliere diversamente. A differenza del solito, non ho potuto passare le arancine in pastella di acqua e farina (senza glutine) perchè la prima a cui ho destinato tale sorte si è spappolata tra le mie mani! Ho quindi optato per l’uovo, ma passandole prima nel pangrattato ho evitato che si rompessero perchè sono riuscita a compattarle bene. Ho commesso un errore: non conoscendo il tipo di riso, ho creduto che fosse simile a quello classico e l’ho condito col burro. Il burro sciolto ha avvolto ogni singolo chicco impermeabilizzandolo e rendendolo scivoloso e questo mi ha creato molte difficoltà nella preparazione delle arancine, perchè non riuscivo a compattarle, non hanno amido e non diventavano collose appena fredde. Quindi voi, semmai voleste cimentarvi in questa preparazione, non fatelo, conditelo solo col formaggio grattugiato. 
Detto questo il mio commento è: favolose!!!! 
Il riso di per sé è buonissimo e nell’insieme sotto quella crosticina croccante si nasconde un cuore nero ricco di sapori! Ma se non avete voglia di mettervi lì a fare palline potete servirlo direttamente a mò di risotto. Non ho indicato le quantità, ma se dovessero rimanervi funghi o riso potete sempre improvvisare un risottino il giorno dopo solo scaldando e amalgamando le due cose.
Le ho servite sul vassoio Easy Life Design.

You Might Also Like

17 Comments

Leave a Reply

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.